Piazza Pianciani, distrutta scalinata, fine ripulitura nel 2016, c’era Fabrizio Cardarelli

Il sindaco da poco scomparso era orgoglioso di quel recupero, la scalinata era sporca e piena di scritte

Piazza Pianciani, distrutta scalinata, fine ripulitura nel 2016, c'era Fabrizio Cardarelli

Piazza Pianciani, distrutta scalinata, fine ripulitura nel 2016, c’era Fabrizio Cardarelli

La scalinata, che è andata semidistrutta questa mattina nell’incidente, è quella di piazza Pianciani. Sì, la stessa che fu restituita ala città di Spoleto nel 2016. Il compianto sindaco, Fabrizio Cardarelli in quell’occasione disse: “Finalmente la scalinata di Piazza Pianciani è tornata al suo antico splendore”. E oggi, a causa di un mezzo della Vus che si è sfrenato, ha subito danni incalcolabili.

Il sindaco, da poco scomparso aveva voluto salutare l’ultimazione dei lavori che hanno permesso la ripulitura della scalinata progettata dall’architetto Ugo Tarchi e realizzata nel 1923.  “In queste ore – disse – , in cui purtroppo registriamo polemiche prive di fondamento e di cui, onestamente, fatichiamo a comprenderne le motivazioni, desideriamo ringraziare a nome della città la ditta La Lucente srl che, rispondendo ad un nostro bando, si è resa disponibile ad intervenire gratuitamente restituendo al centro storico di Spoleto tutta la bellezza di una scalinata che, ormai da troppo tempo, necessitava di lavori di pulizia.

Per quanto riguarda le scritte ancora visibili, abbiamo già inviato una richiesta alla Sovrintendenza per poter utilizzare solventi idonei. Questo ad ulteriore testimonianza che, nell’intervento di pulizia appena concluso, non sono stati utilizzati in alcun modo prodotti dannosi.

Così come avvenuto lo scorso anno – ha aggiunto il Sindaco Cardarelli – grazie alla professionalità e all’impegno dei fratelli Massimo e Giuseppe Viti che hanno restaurato l’orologio di Piazza del Mercato e della ditta Forti srl che ha provveduto alla pavimentazione del giardino interno di Palazzo Collicola, anche in questa occasione ci fa piacere sottolineare lo spirito di collaborazione e l’attaccamento al patrimonio artistico e storico della città che i nostri concittadini continuano a dimostrare”.

Eventi in Umbria

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*