Unipegaso

Spoleto, nuovi contributi per autonoma sistemazione

Gli uffici hanno già predisposto tutti gli atti necessari per le liquidazioni

Spoleto, nuovi contributi per autonoma sistemazione

Spoleto, nuovi contributi per autonoma sistemazione

SPOLETO – Prosegue il lavoro degli uffici della Direzione Servizi alla persona del Comune di Spoleto per l’erogazione dei contributi per l’autonoma sistemazione. Nei giorni scorsi, precisamente il 2 agosto, la Regione Umbria ha effettuato il mandato a favore del comune, trasferendo di fatto all’ente le risorse per la liquidazione dei contributi. “Il lavoro su questo fronte non si è mai interrotto – ha spiegato il Sindaco Fabrizio Cardarelli – I nostri uffici hanno già predisposto tutti gli atti necessari per le liquidazioni. Al netto dei tempi bancari, ovviamente necessari per perfezionare i pagamenti, nei prossimi 15-20 giorni i cittadini che ne hanno diritto riceveranno le somme dovute fino al 31 luglio 2017″.

Nello specifico il personale del Comune, che da agosto scorso sta lavorando alla gestione dell’assistenza, ha redatto in questi giorni gli atti per circa 150 liquidazioni, che da lunedì verranno caricati nel sistema gestionale (si tratta di atti che necessitano sempre del visto contabile da parte del dirigente finanziario).

“Possono sembrare passaggi di poco conto per il cittadino che deve ricevere il contributo a cui ha diritto – ha aggiunto il Sindaco Cardarelli – ma sono indispensabili per perfezionare ogni volta i pagamenti e garantire che tutto venga fatto nel pieno rispetto della normativa vigente: da parte del Comune è doveroso effettuare sempre tutti i controlli necessari.

In alcuni casi abbiamo dovuto sospendere temporaneamente i pagamenti per via di alcune criticità riscontrate, ad esempio legate alla variazione delle condizioni dichiarate inizialmente. Gli uffici, tra l’altro, sono impegnati anche su questo fronte per le verifiche necessarie”. Nel frattempo, man mano che vengono ultimati i sopralluoghi (in alcuni casi, tramite perizia asseverata dei tecnici privati, sono stati richiesti alla Protezione Civile ulteriori controlli) continuano ad arrivare agli uffici richieste di contributo per l’autonoma sistemazione.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*