Violenze ripetute in famiglia, carcere per l’aggressore a Spoleto

Violenze ripetute in famiglia, carcere per l'aggressore a Spoleto

Violenze ripetute in famiglia, carcere per l’aggressore a Spoleto

Violenze ripetute in famiglia – *Gli uomini dei Carabinieri della Compagnia di Spoleto hanno eseguito l’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emanata dal GIP del Tribunale di Terni su richiesta della Procura della Repubblica locale. L’azione è stata intrapresa contro un uomo di Spoleto, classe ’82, colpevole di reiterate violazioni delle disposizioni di divieto di avvicinamento e allontanamento dalla casa familiare nei confronti della moglie.

La decisione del GIP è scaturita da una serie di maltrattamenti perpetuati nel tempo, individuati dai Carabinieri, e ha colpito un uomo che ha inflitto ripetutamente alla moglie, convivente di 38 anni, condotte violente e minacciose. Questi abusi hanno spinto la donna a denunciare l’aggressore, permettendo così l’applicazione delle misure cautelari nei suoi confronti.

Le precedenti disposizioni, inizialmente emesse, si sono rivelate inefficaci, poiché l’uomo aveva precedentemente ricevuto misure cautelari degli arresti domiciliari e il divieto di dimora nella regione dell’Umbria. Per anni, la vittima ha dovuto subire condotte offensive e violente, causando un grave impatto sulla sua fragilità emotiva e sulla sua incapacità di garantire la propria sicurezza.

A conoscenza della situazione della vittima e della persistenza degli atti aggressivi da parte dell’uomo, i Carabinieri di Terni e Spoleto hanno condotto indagini e raccolto prove che hanno portato alla richiesta della Procura della Repubblica di Terni per questa misura cautelare restrittiva. Dopo le formalità di rito, l’uomo è stato condotto nella Casa di Reclusione di Spoleto, sottolineando l’impegno delle autorità contro la violenza domestica e a favore della tutela delle vittime.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*