Minacciava i familiari con un coltello, finisce agli arresti domiciliari

 
Chiama o scrivi in redazione


Devasta il negozio della moglie, vessata da tempo, arrestato un 56enne laziale

Minacciava i familiari con un coltello, finisce agli arresti domiciliari

Nell’ultimo mese e durante le festività natalizie la Compagnia Carabinieri di Spoleto ha incrementato i servizi di controllo del territorio con l’impiego di numerose pattuglie concentrate in tutte le fasce orarie con la precipua finalità di porre in essere un’efficace azione preventiva contro i reati più insidiosi, con particolare attenzione a quelli che entrano nelle case dei cittadini o vanno a colpire le fasce più vulnerabili della popolazione.

© Protetto da Copyright DMCA

E’ stata capillare la proiezione su tutto il territorio di competenza e i militari hanno effettuato numerosi controlli sulle principali arterie stradali di accesso alla città, non tralasciando però la vigilanza nei piccoli centri e nelle frazioni dello spoletino. Ciò ha consentito di prevenire in maniera efficace i furti in abitazione e di intervenire tempestivamente nei casi di lite e disagio all’interno delle famiglie.

E infatti la presenza costante dell’Arma ha consentito di evitare il peggio in un’abitazione, dove un uomo a causa di un alterco, minacciava i familiari con un coltello. Il pronto intervento dei militari ha consentito di bloccare e disarmare il giovane, riportandolo alla calma.

Purtroppo questo non è stato l’unico episodio di violenza intrafamiliare, che ha comportato l’intervento dei Carabinieri.

Un uomo infatti è stato sottoposto ad indagine per l’ipotesi di reato di stalking ai danni della moglie e del figlio, sottoposti ad atti persecutori reiterati nel tempo, tanto da mettere i familiari in condizione di costante ansia e paura per la propria incolumità. Tali comportamenti, estrinsecatisi in appostamenti sul luogo di lavoro, presso l’abitazione, numerose telefonate e messaggi sui social, minacce di morte, ingiurie e diffamazione, hanno comportato la denuncia all’Autorità Giudiziaria, che ha disposto per l’uomo la misura degli arresti domiciliari con il divieto di contattare le persone offese.

Eventi in Umbria

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*