Nessun Allarme Sociale a Spoleto. Maggiore Controllo su Microcriminalità

Riunione del Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica a Palazzo Comunale

Nessun Allarme Sociale a Spoleto. Maggiore Controllo su Microcriminalità

Nessun Allarme Sociale a Spoleto. Maggiore Controllo su Microcriminalità

Il Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica si è riunito nella Sala degli Uomini Illustri del Palazzo Comunale per discutere i recenti fenomeni di microcriminalità a Spoleto. La riunione è stata convocata dal Prefetto di Perugia, Armando Gradone.

Nonostante non ci sia un allarme sociale a Spoleto, il Comitato ha riconosciuto la necessità di monitorare attentamente e in modo coordinato i fenomeni di microcriminalità che si sono verificati negli ultimi mesi. Questi fenomeni includono furti, reati contro il patrimonio e reati legati ad atti di violenza.

I dati a disposizione della Prefettura, confermati dal Procuratore della Repubblica di Spoleto, Claudio Cicchella, e dal Questore di Perugia, Fausto Lamparelli, indicano che la città non è segnata da atti di criminalità, ma è soggetta a eventi di microcriminalità. Questi eventi richiedono un monitoraggio costante e un’azione congiunta da parte delle Forze dell’Ordine.

Il monitoraggio, come spiegato dal Prefetto Gradone, viene effettuato in tutta l’area della Provincia di Perugia dall’inizio dell’anno e coinvolge i Carabinieri, la Polizia di Stato, la Guardia di Finanza e la Polizia Locale. L’obiettivo è di mantenere attivo questo presidio anche nell’area dello spoletino, per garantire un maggiore controllo e coordinamento.

Il Comandante Provinciale dei Carabinieri, tenente colonnello Maurizio Laurito, e il Comandante Provinciale della Guardia di Finanza, colonnello Carlo Tomassini, hanno ribadito la massima disponibilità alla collaborazione per la sicurezza del territorio. Hanno specificato che l’operatività avviene attraverso servizi mirati che vengono intensificati nei weekend, grazie anche a supporti esterni a livello investigativo per i Carabinieri e all’intervento della componente specialistica dei Baschi Verdi per la Guardia di Finanza.

Il sindaco Andrea Sisti, presente insieme al vicesindaco Stefano Lisci e agli assessori Giovanni Angelini Paroli e Letizia Pesci, ha sottolineato l’importanza dell’incontro. Ha espresso la necessità di un confronto diretto per analizzare insieme i fenomeni di microcriminalità che si stanno verificando nella città e nel territorio.

Al termine dell’incontro, il sindaco Andrea Sisti e il Prefetto di Perugia Armando Gradone hanno firmato il rinnovo del “Protocollo d’Intesa per la legalità e la prevenzione dei tentativi di infiltrazione criminale”, che ha valenza biennale a decorrere dalla data di sottoscrizione.

Hanno partecipato al Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica la Comandante dei Carabinieri di Spoleto, maggiore Teresa Messore, la Comandante della Guardia di Finanza di Spoleto, capitano Elisa Renzi, il Commissario Capo della Polizia di Stato di Spoleto, Antonella Fuga Paglialunga, e la comandante della Polizia Locale del Comune di Spoleto, Alessandra Pirro. Erano presenti anche i dirigenti del Comune di Spoleto Stefania Nichinonni, Dina Bugiantelli e Sandro Frontalini.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*