Teatro, a Spoleto venerdì 11 marzo “A cuore aperto”

 
Chiama o scrivi in redazione


Teatro, a Spoleto venerdì 11 marzo "A cuore aperto"

Teatro, a Spoleto venerdì 11 marzo “A cuore aperto”
In scena, l’intreccio è continuo, in stretto dialogo con temi estrapolati dai “Sonetti” di William Shakespeare e pagine scritte appositamente

Per la Stagione di prosa e danza del Teatro Giancarlo Menotti di Spoleto, il Teatro Stabile dell’Umbria, venerdì 11 marzo, alle 21 propone la compagnia Fabula Saltica in A cuore aperto, uno spettacolo che fonde insieme danza, teatro, musica, poesia e drammaturgia.

In scena, l’intreccio è continuo, in stretto dialogo con temi estrapolati dai “Sonetti” di William Shakespeare e pagine scritte appositamente. L’anniversario, nel 2016, dei 400 anni dalla morte dell’autore inglese, offre l’occasione all’attrice Elena Croce e ai sei elementi della compagnia, Vito Alfarano, Martin Angiuli, Melania Chionna, Federica Iacuzzi, Marco Mantovani, Malwina Stepien di gettare una luce insolita su parole senza tempo, e costruire un “mondo nuovo”: nella sorpresa, nel significato, nella bellezza.

Nella messa in scena di Alessio Pizzech, regista che punta al reciproco rispetto delle identità e delle forme specifiche di ciascun mezzo espressivo, lo spettacolo si sviluppa per nuclei tematici e stacchi improvvisi, ripresi anche a distanza. A cuore aperto diventa così una lucida confessione dell’animo, sospesa fra spezzoni biografici, accensioni sentimentali e delusione, turbamenti e furore, ricordi, ragione e struggimenti.

Le musiche originali sono di Paolo Zambelli e sono eseguite dal vivo dai Giovani Archi Veneti: Teresa Storer (violino), Alice Bettiol (violino), Andrea Bortoletto (viola), Marta Storer (violoncello), Elena Mazzer (contrabasso).

Nella stessa giornata, venerdì 11 marzo, alle ore 11, presso l’Istituto D’Arte di Spoleto, Ermanno Romanelli, giornalista e consulente per la drammaturgia dello spettacolo, con la collaborazione della Settimana internazionale della Danza, terrà una video-conferenza dal titolo La danza ispirata dai testi di William Shakespeare.

Si può prenotare telefonicamente, al Botteghino Telefonico Regionale 075/57542222, tutti i giorni feriali, dalle 16 alle 20. I biglietti prenotati vanno ritirati mezz’ora prima dello spettacolo, altrimenti vengono rimessi in vendita.

E’ possibile acquistare i biglietti anche on-line sul sito del Teatro Stabile dell’Umbria www.teatrostabile.umbria.it.

Teatro

Eventi in Umbria

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*