Criminalità, ora basta, videosorveglianza e ronde notturne a Spoleto

Criminalità, ora basta, videosorveglianza e ronde notturne a Spoleto
da Aldo Tracchegiani (Coordinatore Forza Italia Spoleto)
Criminalità, ora basta, videosorveglianza e ronde notturne a Spoleto E’ ora di parlare di sicurezza, e di farlo con i fatti. L’esplosione del bancomat del centro civico di San Nicolò di Spoleto, tra l’altro a pochi passi dalla sede locale del nostro partito, impone che ci si interroghi seriamente sulla questione sicurezza in città. E’ inconcepibile che qualcuno possa aggirarsi indisturbato in un centro civico, benché con ogni probabilità a notte fonda, e far esplodere una bomba nei pressi di un esercizio commerciale, sia esso un bancomat o altra struttura.

Non è ammissibile in un paese civile e “sicuro”. La sicurezza è stato uno dei nostri punti fondamentali durante la campagna elettorale appena vinta: adesso è il momento di dare seguito con i fatti alle promesse di qualche settimana fa. Perciò, da subito, si incrementi il numero di telecamere di sorveglianza sul territorio e si avviino le ronde notturne della Polizia Municipale, in appoggio a polizia e carabinieri. A questi ultimi giunga il nostro plauso e tutto il nostro sostegno per le condizioni di precariato cronico, in termini di uomini, mezzi e risorse economiche, in cui si trovano ad operare da anni. Un precariato che, ignorato quando non favorito dai precedenti governi nazionali, ha nel tempo minato il concetto di sicurezza nelle coscienze dei cittadini, offrendo il fianco alla micro e macrocriminalità in tutta Italia.

A Spoleto, per fortuna, non viviamo una delle realtà più difficili del Paese, ma non per questo dobbiamo abbassare la guardia: i fatti della notte scorsa ben lo dimostrano. Al sindaco Umberto De Augustinis e all’assessore con delega alla Polizia Municipale, Angelo Loretoni, chiediamo pertanto un intervento celere e operativo, che metta in campo tute le risorse necessarie per realizzare un controllo reale e quanto più efficace sul vasto territorio del nostro Comune.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*