In quattro non fanno più parte del Partito Democratico a Spoleto

 
Chiama o scrivi in redazione


In quattro non fanno più parte del Partito Democratico a Spoleto

In quattro non fanno più parte del Partito Democratico a Spoleto

Cintioli non fa più parte del Partito Democratico. Dobbiamo ai cittadini una ulteriore e doverosa precisazione perché deve essere chiaro che il Partito Democratico è uno solo e chi si presenta a nome di esso, senza averne titolo, sta commettendo un abuso creando dubbi ed equivoci. Numerosi cittadini ci stanno segnalando questa anomalia.

Voluta?
Si rende necessario pertanto ribadire che Giancarlo Cintioli, Aldo Calvani, Salvatore Cesarini e Catia Passeri hanno violato le norme dello statuto del partito e che pertanto non sono più nell’albo degli iscritti come dichiarato ufficialmente dal segretario regionale Tommaso Bori, dal provinciale Camilla Laureti e dell’unione comunale Stefano Lisci.

IL CANDIDATO DEL PARTITO DEMOCRATICO E’ ANDREA SISTI, STEFANO LISCI SARA’ IL VICESINDACO
DA PARTE DEI NOSTRI CANDIDATI ASCOLTO DEI CITTADINI E PROPOSTE CONCRETE
IL PARTITO DEMOCRATICO TORNA A SUONARE I CAMPANELLI

Il candidato Sindaco del Partito Democratico di Spoleto è Andrea Sisti al quale il nostro partito riconosce qualità e prerogative che possono far uscire la nostra città dalle difficoltà in cui si dibatte da quando, ormai otto anni fa, il Pd non è stato più alla guida della città.

Il nostro segretario, Stefano Lisci, sarà il vicesindaco della nuova amministrazione guidata da Sisti riconoscendo al Partito Democratico di Spoleto il merito di presentarsi con un volto nuovo rinnovato nei propri quadri dirigenziali e nella lista dei candidati.

Abbiamo costruito una squadra per la gran parte inedita, composta da persone che con entusiasmo si stanno mettendo a disposizione della città. Persone che lavorano o studiano, candidati che eccellono nelle varie professioni.

Il PD, grazie alla loro voglia di ascoltare, parlare e confrontarsi, è tornato a SUONARE I CAMPANELLI delle case per avere il contatto diretto con i cittadini. Perché se è vero che la politica è servizio, il Partito Democratico vuole ricostruire una comunità coesa e solidale, dentro la quale ognuno deve sentirsi a casa propria, senza figli e figliastri, senza raccomandati eccellenti. Vogliamo tornare ad essere quel punto di riferimento coinvolgente e dialogante.

Eventi in Umbria

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*