Spoleto58, Roberta Pinotti agli incontri di Paolo Mieli

Paolo Mieli
Paolo Mieli

“Sono una persona determinata a raggiungere gli obiettivi che nella vita mi sono data, cercando di fare bene ogni cosa, che fosse l’insegnante, il capo scout, o i ruoli nel volontariato o nella politica”. Si descrive così Roberta Pinotti, ministro della Difesa, nella terza giornata degli Incontri di Paolo Mieli, il format pensato dal gruppo Hdrà per il Festival dei 2Mondi di Spoleto che vede alternarsi, in tre fine settimana, grandi nomi della cultura, dell’economia, della politica e delle istituzioni.

Il ministro ha risposto senza imbarazzo al fuoco di domande di Paolo Mieli, spaziando dalla sua sfera privata alle grandi questioni legate alla sicurezza e agli equilibri internazionali. “A 29 anni, quando il Pci annunciò la svolta, decisi di partecipare direttamente a quella trasformazione. Sono riuscita a far coniugare le mie attività con la famiglia, che ho sempre messo al primo posto, grazie anche all’aiuto di mio marito. Il mio desiderio, a differenza di molti nella mia parte politica, è sempre stato quello di fare il ministro della Difesa”. E oggi da ministro della Difesa l’ambizione è operare una profonda riforma delle forze armate, come descritto nel Libro Bianco. “Sono convinta che se il governo durerà fino al 2018, come credo, riuscirò a riformare le forze armate. Io capisco e ho stima delle passioni di tutte le singole forze armate, ma fino a oggi questa cosa ha spesso funzionato come se ci fosse una competizione tra loro. Le nostre forze armate devono essere viste come un tutt’uno perché devono garantire il futuro della sicurezza di tutti. Ci vogliono percorsi comuni a partire dallo studio e dalla formazione”.

E conclude con il suo sostegno al premier Matteo Renzi: “Ho grande sintonia con lui: è molto preparato e serio, cerca di tenere insieme tutte le componenti e le attività dei ministri studiando nel dettaglio ogni provvedimento. Non sempre questa attenzione traspare a livello mediatico”.

Gli Incontri di Paolo Mieli, seguiti da un pubblico sempre crescente sia a Spoleto sia sui social e nello streaming Rai, proseguono a ritmo incalzante e avranno tra gli ospiti, sabato 11 luglio, anche il ministro per la Semplificazione e la Pubblica Amministrazione, Marianna Madia.

Gli incontri possono essere seguiti in diretta sui seguenti canali:

@conmieli

#conmieli

http://cultura.rai.it/live

HDRÀ
Il Gruppo Hdrà è il luogo in cui, al centro, c’è il futuro. Hdrà è il gruppo di comunicazione integrata guidato da Mauro Luchetti e Giovanni Parapini che da più di 10 anni lavora nel campo della pubblicità, delle relazioni istituzionali e delle media relations. Un gruppo tutto italiano che fa del colloquio e del confronto fra le varie business unit un vero punto di forza per offrire a ogni cliente una strategia taylor made.

Hdrà partecipa al Festival dei Due Mondi, per il quarto anno consecutivo, con un proprio format. Quest’anno è integrato nella programmazione ufficiale di Spoleto58.

“Insieme al direttore artistico, Giorgio Ferrara, abbiamo deciso di aumentare il numero dei nostri eventi all’interno del programma della manifestazione – dice Mauro Luchetti CEO del Gruppo-. Ci piacerebbe che questo fosse l’inizio di una vera e propria sezione dedicata a scandagliare il futuro del Paese, interpretando quello spirito di ricerca e avanguardia che caratterizza il Festival nel campo dell’arte”.

Eventi in Umbria

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*