Signora Porzia ricette per la felicità, tutto esaurito al Festival dei Due Mondi di Spoleto

 
Chiama o scrivi in redazione


Signora Porzia ricette per la felicità, tutto esaurito al Festival dei Due Mondi di Spoleto

Signora Porzia ricette per la felicità, tutto esaurito al Festival dei Due Mondi di Spoleto

Tutto esaurito, persone in piedi, lacrime di commozione, volti stupiti e applausi scroscianti per lo spettacolo “Signora Porzia ricette per la felicità”, un unicum nel panorama teatrale contemporaneo che ha incantato il pubblico del prestigioso Festival dei Due Mondi di Spoleto nei due appuntamenti del 28 e 29 giugno scorsi.

“È stata un’esperienza meravigliosa e profonda trovare un pubblico così attento, pronto e poeticamente ricettivo – dice l’attore Federico Barsanti. Non so mai che cosa può accadere durante uno show di questo genere e ogni volta salgo sul palco con tantissimi interrogativi: essere al 64° Festival dei Due Mondi di Spoleto ha amplificato tutto questo e l’emozione, assicuro, era davvero alta, specie se si aggiunge un pensiero al periodo incredibile che stiamo vivendo a causa della pandemia. E’ stato un bellissimo e necessario tuffo in un mare di follia poetica. Ringrazio profondamente per la stupenda accoglienza da parte di tutti, direzione e organizzazione del Festival, La MaMa Umbria International e i suoi tecnici e naturalmente il bellissimo pubblico che spero di incontrare nuovamente e presto.”

“Ogni volta che Signora Porzia va in scena tremo e mi esalto con lei – aggiunge l’attrice Valentina Gianni. Durante lo show sono nel respiro di Federico e del suo personaggio, lavoriamo fianco a fianco, quasi uno dentro l’altro. Essere al 64°Festival di Spoleto per me è stato uno dei momenti più emozionanti e belli dei tantissimi nostri viaggi teatrali. L’accoglienza ricevuta ci ha riempito di gioia”.

Ma cosa hanno visto gli spettatori di Spoleto? Difficile anche trovare una spiegazione per quello che accade ogni volta in scena, ma anche e soprattutto al pubblico.

Perché la definizione che più ci si avvicina è Teatro psico-poetico, una forma di rappresentazione che torna ad avvicinarsi al teatro delle origini in cui chi assisteva usciva trasformato da quello che aveva vissuto e sperimentato.

Ma chi è la Signora Porzia? “Una maschera e in quanto tale, una presenza e una figura potentissima –afferma Barsanti-  ma sarebbe davvero riduttivo definirla soltanto così anche perché lo spettacolo si tratta di una vera e propria performance-evento che cambia ogni sera in cui confluisce un po’ di tutto – dalla musica alla danza; dallo sport al teatro di ricerca a quello più classico –  oltre chiaramente tanta fatica e sudore perché spingo il mio corpo all’estremo delle forze. E questo- continua- produce a negli spettatori sensazioni che smuovono dentro e al contempo li liberano.”

Prossimi appuntamenti con “La signora Porzia ricette per la felicità”

Festival Internazionale “Approdo” in Abruzzo (Giulianova) il 25/07 e nuove date importanti per l’autunno (Roma, Viterbo ecc.)

Federico Barsanti: Attore, autore e regista, insegnante di Arti Sceniche  e ideatore della Strategia Poetica. Allievo nel percorso triennale dell’attrice Raffaella Panichi, prosegue la formazione artistica tra Stati Uniti, Europa, Medio Oriente; danza classica/moderna, scherma da combattimento teatrale, esibizione live-rock, maschera neutra, voce, maschera di commedia dell’arte, per spaziare poi nel campo della meta-genealogia e della psicoanalisi junghiana. Vincitore di alcuni premi nazionali ed internazionali di poesia e di regia teatrale. Direttore Artistico del Piccolo Teatro Sperimentale. Ha pubblicato alcuni libri, tra cui “Porzia Ricette per la Felicità” ed un romanzo. Interprete di video-clip, cortometraggi e voice-over.

Valentina Gianni: Attrice, performer e cantante toscana, dalla formazione poliedrica: si è perfezionata con vari maestri di teatro, nazionali ed internazionali. Ideatrice insieme a Barsanti del personaggio Signora Porzia. Le sue qualità vocali e la sua versatilità le consentono di spaziare in diversi campi: imitazione, voice over, speakeraggio, doppiaggio, voci per produzioni dedicate ai bambini ecc. Si occupa anche di social media e realizzazione di video a scopi promozionali. Voice Over in documentari scientifici e divulgativi per TripodPhoto Videography. Voice over per Video Ricette Fratelli Desideri kit Masterchef. Collabora come doppiatrice e Voice over per Aida Records e Buena Onda Edizioni produzioni Stefano Florio. Attualmente è impegnata nel progetto del pianista Riccardo Arrighini “La Bohème in jazz” come attrice, voce recitante e cantante insieme al trombettista Andrea Tofanelli e l’attore Iacopo Vettori, e nello spettacolo “Lasciateci divertire” insieme a Federico Barsanti. Nel 2019 nasce il suo Teatrino Valentino, spettacolo di burattini con storie da lei scritte o rivisitate.

Eventi in Umbria

7 Commenti

  1. Finalmente un teatro non scritto, nuovo e incredibilmente catartico! Signora Porzia ti porta per mano alla scoperta di quello che può accadere dentro di te e intorno a te durante la sua performance. Se poi ti lasci andare, ti lasci stare, con Porzia godi!

  2. Non avevo mai visto uno spettacolo di Signora Porzia e ora vorrei rivederla appena possibile.
    
Fin dai primi istanti è di un’inquietudine magnetica: fra curiosità e un certo timore ti chiedi dove ti porterà.
    Consigliatissimo.

  3. È vero, è difficile spiegare cosa avviene durante uno spettacolo della Signora Porzia.
    Io sol che mi sono innamorata di lei, la seguo ovunque.
    Lei entra dentro spacca, e rimette tutto in ordine, ma in un altro ordine. Un ordine migliore, sempre più.
    Ce ne vorrebbero di spettacoli come questi, sempre e ovunque. Grazie.

  4. Sono felice di aver conosciuto la signora Porzia..la prima volta l’ho vista al teatro a Vittoria Manzoni a Massarosa …poi al Forte dei Marmi..poi ancora a Minazzana (paesino delle nostre montagne apuane) poi la mia sfida ti vengo a vedere a Spoleto ..e così da una volta al altra sei sempre risultata soprattutto a mio pare Esilerante estremamente attuale al momento presente ,vera fino all’ ultimo respiro…ogni volta una emozione e una sorpresa

  5. È sempre un’esperienza memorabile veder apparire Porzia, questa volta in un contesto particolarmente suggestivo.
    La forza del teatro è quella di rinascere in modi e luoghi sempre nuovi.
    Porzia parla anche di questo un discorso nuovissimo ed antico d’altronde le divinità sono o no fuori dal tempo?

  6. Ho rivisto lo spettacolo di Porzia a Spoleto a distanza di più di un anno dallo spettacolo di Roma e mi sono commossa, commossa profondamente…La mia emozione era dettata dal fatto che mi mancava il teatro, mi mancava stare in una sala insieme con altre persone e sentire che eravamo tanti, diversi, ma insieme divertiti, coinvolti, sospesi, tutti alla fine commossi.
    A spettacolo concluso sentivo di essermi liberata di una pesante corazza costruita in questo anno difficile. Ero più vulnerabile, forse più fragile, ma sicuramente più umana e in contatto con me stessa…è questo il grande dono e la vera ricetta della felicità che Porzia mi ha lasciato.
    Grazie, immensamente grazie♥️

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*