Impiegata Poste Italiane si porta le lettere a casa invece di consegnarle ai cittadini

Impiegata Poste Italiane si porta le lettere a casa invece di consegnarle ai cittadini

Ipotesi di reato quali violazione, sottrazione e soppressione di corrispondenza. E’ quanto viene contestato a un’impiegata porta lettere di Poste Italiane, denunciata dai carabinieri di Spoleto al termine di accertamenti, indagini e approfondimenti investigativi.


di Morena Zingales
Fonte: Comando Provinciale Carabinieri di Perugia


La donna, a bordo della sua auto, era stata fermata dai carabinieri della stazione spoletina durante un controllo del territorio. L’ansia e la preoccupazione dell’impiegata hanno spinto i carabinieri ad effettuare ulteriori accertamenti.

I militari, infatti, all’interno dell’autovettura hanno trovato 4 buste (rigide da supermercato) piene di lettere e varia corrispondenza. Erano adagiate sul sedile posteriore. Ulteriori accertamenti hanno permesso ai carabinieri di ritrovare altre lettere nascoste dal presunto autore, anche presso la propria abitazione.

Tremila lettere, suddivise tra posta ordinaria e raccomandata, sono state recuperate e riconsegnate alla direttrice della filiale di Poste italiane. La corrispondenza rinvenuta è stata presa in carico dal Centro di Distribuzione postale di Spoleto e verrà consegnata ai rispettivi destinatari nei prossimi giorni. L’impiegata, sottoposta ad indagini preliminari, si presume innocente.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*