Sbaglia letto e si infila in quello della suocera, assolto il 20enne accusato di violenza sessuale

Sbaglia letto e si infila in quello della suocera, assolto il 20enne accusato di violenza sessuale

Sbaglia letto e si infila in quello della suocera, assolto il 20enne accusato di violenza sessuale

Un giovane poco più che ventenne, accusato di violenza sessuale, è stato recentemente assolto dal tribunale di Spoleto. Il ragazzo era andato a dormire a casa della fidanzata dopo una serata alcolica. Durante la notte, si è alzato per andare in bagno, ma al ritorno sbaglia letto e raggiunge per errore la stanza della suocera di 38 anni, infilandosi sotto le coperte con lei. Lo scrive oggi il messaggero dell’Umbria.

I fatti risalgono a qualche anno fa, ma solo recentemente la sentenza di primo grado ha concluso la vicenda giudiziaria. Secondo quanto emerso durante l’istruttoria dibattimentale, il giovane avrebbe confuso le stanze quando è uscito dal bagno quella notte, finendo nel letto della suocera e tentando un approccio. La donna, che aveva presentato denuncia, si era inizialmente costituita parte civile, ma in seguito ha rinunciato a partecipare al processo.

La Procura aveva richiesto una condanna a un anno e quattro mesi di reclusione per il giovane. Tuttavia, il collegio giudicante, presieduto da Silvio Magrini Alunno, ha assolto l’imputato con formula piena, sostenendo che “il fatto non sussiste”. L’avvocato Valter Di Fusco, che difendeva l’imputato, ha affermato in aula che il suo cliente non aveva intenzione di infilarsi nel letto della suocera. Secondo la difesa, si sarebbe trattato di un “errore di fatto”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*