Nasce il marchio “Terre del Ducato di Spoleto”

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Nasce il marchio “Terre del Ducato di Spoleto”

Sedici realtà del settore enogastronomico creano il marchio “Terre Del Ducato di Spoleto”, con il coordinamento del Comune di Spoleto e il sostegno del GAL Valle umbra e Sibillini. Le aziende del territorio – Azienda Agricola Collelignani; Agrileisuretime S.R.L.; Ariel Cooperativa Sociale; Azienda Agricola Martinelli Marini Francesco; Azienda Agricola Coltiviamo di Titta Piergiorgio; Tenuta Ometz Società Agricola S.S.; Azienda Agricola Buzi Federico; Conti Toni di Cigoli Società Agricola; Niclas Patrice Fattoria Biologica; Fattoria Sociale Società Cooperativa Agricola e Sociale; I Frutti di Spoleto di Serena Cappuccino; Società Agricola Eredi di Alimenti Mario S.S.; Azienda Agricola Genius Seculi S.S.; Azienda Agricola Cantina Ninni; Azienda Agricola Colle Capoccia S.S.; Agricola Forti S.S. Società Agricola – hanno deciso di unirsi per offrire ai consumatori la garanzia di prodotti genuini, di qualità e a km zero e per favorire la crescita dei prodotti a filiera corta, promuovendone e accrescendone la conoscenza tra i consumatori.

Legumi, farine, olio, vino, marmellate, salumi, carni, ortaggi, zafferano, formaggi e tante altre specialità del territorio verranno offerte gratuitamente ai cittadini e ai turisti in occasione dell’iniziativa “Scopri la qualità a km zero”, in programma venerdì 30 giugno, dalle 18.00 alle 22.00, al piano terra di Palazzo Mauri.

Nei weekend del 1° e 2 luglio e dell’8 e 9 luglio, negli stessi spazi di Palazzo Mauri, sarà inoltre possibile acquistare i prodotti delle sedici aziende che fanno parte delle “Terre del Ducato di Spoleto”.

In questi giorni, inoltre, al “Giardino del Festival”, punto di ritrovo realizzato nella pertinenza di Palazzo Campello riprendendo un’antica tradizione introdotta da Gian Carlo Menotti, artisti, giornalisti, istituzioni, partner commerciali e personalità della cultura stanno già assaporando le specialità tipiche del territorio spoletino.

Un connubio, quello tra il Festival dei Due Mondi e le Terre del Ducato di Spoleto, nato dalla comune volontà di favorire la crescita di un modello di sviluppo sostenibile, che consentirà agli ospiti del Giardino di Palazzo Campello di gustare la qualità e la genuinità dei prodotti del territorio, rigorosamente a chilometro zero, contribuendo a rendere più piacevole il soggiorno a Spoleto degli artisti, dei giornalisti e degli ospiti del Festival.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*