Movimento 5 Stelle Spoleto non dà indicazioni di voto per il ballottaggio

Movimento 5 Stelle Spoleto non dà indicazioni di voto per il ballottaggio

dal Movimento 5 Stelle di Spoleto
Movimento 5 Stelle Spoleto non dà indicazioni di voto per il ballottaggio.
Nei giorni scorsi il Movimento 5 Stelle Spoleto ha incontrato, su loro specifica richiesta, i candidati a Sindaco Camilla Laureti e Umberto De Augustinis. Dopo un confronto serrato e approfondito, che non ha mai toccato i temi degli assetti di giunta in quanto non di nostro interesse, il Movimento ha deciso di non dare indicazioni di voto per il ballottaggio del 24 giugno.

L’unica richiesta che sente di rivendicare, con forza e già dal 25 giugno, è quella di avviare con l’amministrazione entrante un tavolo permanente, e a cadenza mensile, di confronto su alcuni punti programmatici che ritiene irrinunciabili e che ha esposto in entrambi gli incontri in maniera chiara e non passibile di fraintendimenti. Sono stati selezionati degli aspetti di particolare rilievo e che devono essere portati avanti nel prossimo periodo. Nello specifico:

  1. Totale e assoluta adesione ai criteri di Trasparenza e Legalità, a partire dal bilancio comunale, anche attraverso l’ampliamento degli strumenti informatici come il blockchain e quelli di partecipazione attiva di democrazia diretta; Istituzione delle Consulte comunali.
  2. Adottare la massima sollecitudine verso le Istituzioni preposte per iniziare la fase di Ricostruzione post Terremoto.
  3. Emettere, ogni 3 anni o in accordo con la normativa nazionale, un Bando internazionale per la direzione artistica del Festival dei Due Mondi.
  4. Cambiare prospettiva di visione geo politica con specifico riferimento al potenziamento dell’asse viario e ferroviario da e per Terni-Roma , unici assi direzionali per lo sviluppo della nostra città.
  5. Applicazione definitiva del progetto RIFIUTI ZERO come previsto anche nel Piano di Ambito. Riqualificazione energetica e strutturale degli edifici pubblici. Divieto di diserbanti sui bordi  stradali, piste ciclabili, argini e corsi d’acqua, e in tutto il territorio di pesticidi. Incentivare e promuovere “lavori verdi” collegati a sviluppo di energie alternative, settori ecologici, nuovi stili di mobilità, filiere biologiche e turismo. Utilizzo lampade al LED per illuminazione pubblica ed uffici pubblici.
  6. Censimento del patrimonio abitativo pubblico per risposte mirate a famiglie bisognose. Recupero  di aree e immobili degradati anche attraverso progetti di housing sociale. Revisione del funzionamento delle case famiglia e potenzialmente progetto di affido minori. Destinazione di locali per attività dopo scuola e creazione di un centro giovanile polifunzionale; sviluppo progetti di condivisione interculturale ed inclusione di differenti culture. Revisione e sviluppo progetti per supporto ed integrazioni delle persone disabili e delle persone anziane.
  7. Riqualificazione e bonifica delle zone degradate con sviluppo di progetti di destinazione d’uso e di pubblica fruizione delle suddette zone. Ridefinizione e rilancio dei protocolli d’intesa tra Amministrazione, Ministero della Giustizia, del Tribunale di sorveglianza e il Garante.
  8. Varare da subito un nuovo Piano di Protezione Civile per Spoleto.
  9. Nomina in Giunta di un assessore con delega piena allo sviluppo economico e creazione di una struttura permanente di monitoraggio delle crisi aziendali del territorio.
  10. Aprire un ufficio dedicato ai bandi per i fondi europei diretti ed indiretti con diffusione del made in Spoleto attraverso azioni di partenariato con Camere di Commercio, Consolati e Ambasciate.
  11. Avvio dell’Erasmus imprenditoriale attraverso scambi e relazioni con tutte le realtà europee, sia UE che extra UE.
  12. Creare un ufficio per le start-up aziendali, microcredito e sostegno alla nuove iniziative giovanili del territorio anche attraverso la creazione di bandi comunali specifici.
  13. Aprire i profili facebook, twitter, instagram e whatsapp/telegram per ogni assessorato, ufficio e direzione comunale.
  14. Sviluppare i disciplinari di specialità tradizionale garantita; formalizzare percorsi turistici sui cammini di Fede. Sviluppare la mobilità dolce con percorsi ciclabili urbani e con la mobilità sia di proprietà che in sharing elettrica.
  15. Riportare le produzioni degli spettacoli del Festival dei Due Mondi in Città, già a partire dalla prossima edizione.
  16. Promuovere e sostenere sinergia tra i maggiori contenitori culturali di Spoleto (Festival, Teatro Lirico, Cisam). E Sostenere con ogni mezzo disponibile l’equilibrio di bilancio del Teatro Lirico Sperimentale.

Nonostante il MoVimento 5 Stelle non abbia partecipato alle elezioni e sia quindi privo di una propria rappresentanza nel consiglio comunale, sa di essere interlocutore autorevole per la  prossima amministrazione  dato anche il compito assunto a livello governativo; sente, quindi, la responsabilità di continuare a lavorare per la città di Spoleto.

Chiediamo pertanto ai candidati Sindaco una chiara e pubblica presa di posizione riguardo ai punti citati, nella convinzione e nella speranza che dandovi seguito la Città possa uscire dal cono d’ombra nel quale è stata precipitata.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*