Iniziativa di Italia Al Centro su Ospedale di Spoleto

Ambulanza dopo 40 minuti, donna muore in attesa dei soccorsi

Iniziativa di Italia Al Centro su Ospedale di Spoleto

Italia Al Centro ha scelto il giorno dell’apertura del Festival dei Due Mondi, per lanciare una energica campagna a difesa dell’ospedale DEA (Emergenza e Urgenza) di Spoleto. Spoleto si è infatti svegliata questa mattina sorpresa da una capillare distribuzione di volantini curati dai coordinamenti comunale e regionale del movimento che fa capo a Giovanni Toti.

Nel testo si inchiodano tutte le istituzioni coinvolte nella vicenda alle proprie responsabilità, denunciando la latitanza, dopo tante promesse, della presidente della regionale Donatella Tesei. Il dito è stato puntato anche sul primo cittadino, il sindaco di centrosinistra di Spoleto Andrea Sisti, ormai noto a tutta la cittadinanza per essersi imboscato, preferendo la frescura di Monteluco, rifuggendo le sue competenze e doveri in materia sanitaria e di difesa degli interessi della comunità che rappresenta.

L’ultimo passaggio del volantino chiama in causa i due senatori in carica nati a Spoleto, “senatori da bouvette”, potrebbero definirsi, parafrasando un noto poeta. Due importanti cariche istituzionali nazionali, avrebbero potuto fare molto per restituire dignità al San Matteo degli Infermi ed invece sembrano avere preferito sedersi, per utilizzare una espressione elegante, sulla “ciambella”.

L’iniziativa ha trovato ampi consensi nella cittadinanza ormai stanca di parole e politichese. Altre iniziative seguiranno presto, annunciano in coro il coordinatore comunale di Spoleto Wolfgang Bernelli ed il presidente regionale di Italia Al Centro Aldo Tracchegiani.

Fonte: Da Italia al Centro

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*