Esperienza da ricordare, a Spoleto, la 24esima Mostra-Mercato dei funghi e delle erbe spontanee

 
Chiama o scrivi in redazione


Esperienza da ricordare, a Spoleto, la 24esima Mostra-Mercato dei funghi e delle erbe spontanee

Esperienza da ricordare, a Spoleto, la 24esima Mostra-Mercato dei funghi e delle erbe spontanee La 24esima Mostra-Mercato dei funghi e delle erbe spontanee è alle porte e la Pro Loco “A. Busetti” insieme a tutti coloro che hanno scelto di partecipare per dare a questo evento una più forte identità e caratterizzazione hanno già ottenuto dei risultati importanti.

Da qualche settimana infatti un gruppo whatspps dedicato alla Mostra-Mercato si sta arricchendo di bellissime foto di vetrine con i funghi, con le zucche e le foglie, ma anche con proposte di menù e piatti a tema. Ma sono soprattutto i commenti positivi delle persone e l’entusiasmo condiviso che hanno reso questi giorni pre-evento davvero speciali. Il numero è 331 885 54 93 e per aderire non è mai tardi, basta mandare un messaggio alla Pro Loco.

Questo percorso avviato fatto di proposte, idee condivise e partecipazione rappresenta il tipo di collaborazione indispensabile a far crescere eventi come questo. E la volontà di sviluppo c’è: tante sono le modalità in cui la mostra sui funghi e le erbe spontanee potrebbe evolversi e una tra queste potrebbe essere quella del riconoscimento dell’evento come “fiera nazionale”, una bella idea della Presidente della Pro Loco Maria Teresa Silvestri.

Questo, che è un titolo importante, ne agevolerebbe lo sviluppo e la visibilità a condizione di investire e attivarsi per dare valore a una manifestazione che mette insieme il sapere con i sapori locali. Ciò significa lavorare a una strategia di lungo periodo, quindi impegnativa ma è vincente, e vincente perché rispecchia in primo luogo l’essenza di Spoleto: una città che riconosce il valore della cultura e che vanta eccellenze e capacità gastronomiche uniche.

Come dimostra la preparazione della Mostra-Mercato, lavorare insieme è non solo possibile ma anche piacevole e l’auspicio è che questo percorso iniziato non si fermi il 4 novembre, ma che prosegua e cresca, perché solo crescendo ci sarà più turismo, vitalità e rinnovamento. E allora non resta che prendere l’ombrello, le previsioni meteo non sono proprio le migliori, e partecipare a una bellissima manifestazione nel cuore della città.

Eventi in Umbria

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*