Giornata della Memoria, presentato il libro “Ebrei, ebraismo e lager”

Giornata della Memoria, presentato il libro “Ebrei, ebraismo e lager”

Giornata della Memoria, presentato il libro “Ebrei, ebraismo e lager”
Il volume che è stato presentato raccoglie dieci lezioni tenute dall’Università di Perugia da docenti di discipline diverse

Nella ricorrenza della Giornata della Memoria, per ricordare la Shoah, il Comune di Spoleto ha organizzato stamani, alla biblioteca comunale di Palazzo Mauri, la presentazione del volume “Ebrei, ebraismo e lager. Dieci lezioni”, curato da Giovanni Falaschi dell’ISUC (Istituto per la Storia dell’ Umbria Contemporanea).

Nel suo saluto il Vicesindaco Maria Elena Bececco ha sottolineato, di fronte a un’ampia rappresentanza della scuole della città, il valore del ricordo, necessario per evitare di ripetere gli errori del passato, per far tesoro non solo delle lezioni della storia ma anche per essere vigili nei confronti delle trappole del presente, quando le ideologie si tramutano in pericolose derive antidemocratiche. La Bececco ha inoltre spiegato che il libro dell’ISUC che si è deciso di presentare alle scuole è uno strumento importante che serve ai giovani, che rappresentano il futuro, per capire a fondo cosa è accaduto nel passato proprio per evitare che nel futuro si ripetano simili storture ed orrori.

Sono intervenuti alla presentazione, oltre al Vicesindaco, Alberto Sorbini, direttore dell’ISUC), Mario Tosti (Direttore Dipartimento di Lettere dell’ Università di Perugia) e Gian Luca Grassigli (Docente di Lettere all’Università di Perugia).

Il volume che è stato presentato raccoglie dieci lezioni tenute dall’Università di Perugia da docenti di discipline diverse: Uta Treder, recentemente scomparsa, apre il volume con un contributo sulla questione dell’Ebraismo in Kafka. Hermann Dorowin scrive sull’ebreo radicale Jura Soyfer, di origini ucraine poeta e autore teatrale nella Vienna degli anni trenta.

Agli ebrei dell’Europa Orientale, caratterizzati da una complessa e travagliata questione identitaria, è dedicato il saggio di Emanuela Costantini. Luca La Rovere delinea la figura di Guidi Ludovico Luzzatto, “un analista acuto della natura del fascismo. e delle sue criminali qualità di regime manipolatore” (Giovanni Falaschi), da subito antifascista, e per questo costretto a rifugiarsi all’estero. Massimiliano Tortora affronta il tema dell’innocenza e della colpa analizzando la vicenda umana di Christa Wolf.

Lo stesso tema viene affrontato da Gian Luca Grassigli, che analizza il rapporto tra il bisogno di dire l’orrore e l’impossibilità a raccontarlo. Roberto Cristofoli analizza invece la sperimentazione medica nei campi di sterminio. Emanuela Meiwes scrive dell’accoglienza in Germania del libro di Primo Levi “Se questo è un uomo”, mentre Alessandro Tintem pubblica documenti inediti relativi alla riduzione teatrale di quel volume. Il curatore del libro “Ebrei Ebraismo Lager”, Giovanni Falaschi, racconta la vicenda di tre giovani italiani che, essendo catalogati come ebrei, vennero arrestati e deportati.

Giornata della Memoria

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*