Gran finale per il Festival dei Due Mondi: Marie Chouinard, Marco Goecke, Silvio Orlando, Luca Marinelli, Antonio Pappano

Gran finale per il Festival dei Due Mondi: Marie Chouinard, Marco Goecke, Silvio Orlando, Luca Marinelli, Antonio Pappano

Inizia l’ultimo Weekend del 66° Festival dei Due Mondi, che nelle ultime settimane ha fatto registrare grande successo di pubblico e diversi sold out, da Piazza Duomo al Teatro Romano. Venerdì 7 e sabato 8 luglio (ore 21:30) il coreografo tedesco Marco Goecke porta al Teatro Romano tre lavori che ne riassumono lo stile: in Tué la musica della cantautrice francese Barbara contrasta con i movimenti veloci e nervosi della danzatrice Maude Sabourin; per Midnight Raga Goecke si lascia affascinare dalla musica indiana di Ravi Shankar, cui accosta il suo personale stile; l’atmosfera delicata ed estiva di Whiteout è ispirata invece da alcuni versi di Le visage de la Paix del poeta francese Paul Eluard. Sabato 8 e domenica 9 luglio (ore 19:30, ore 16) debutta in prima nazionale al Teatro Nuovo Gian Carlo Menotti «M»nuova creazione della coreografa canadese Marie Chouinard: un’esplorazione radicale del respiro, un avvicendarsi di movimenti che dipendono il più possibile dai suoni emessi dai danzatori.

È atteso il ritorno del formidabile duo di danzatori portoghesi Jonas&Lander, con tre spettacoli a San Simone e al Complesso monumentale di San Nicolò: Lento e Largo (6 luglio ore 19:30), Cascas d’OvO (7 luglio ore 17 e 9 luglio ore 12), Bate Fado (8 luglio ore 21:30). Grandi debutti anche per il teatro: sbarca a Spoleto il vincitore del Premio Nacional de Literatura Dramática 2021 Pablo Remón, autore e regista di Ciarlatani. L’esilarante commedia, in scena al Teatro Caio Melisso Spazio Carla Fendi fino all’8 luglio (ore 19, ore 17) segna il ritorno al Festival di Silvio Orlando, tra i più versatili e premiati attori italiani. Il regista Antonio Latella guida i giovani talenti della Compagnia dell’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica Silvio d’Amico per Il Male Sacro – dal 7 al 9 luglio al Teatrino delle 6 Luca Ronconi – per una nuova produzione in prima assoluta che mette in scena il testo del commediografo e regista umbro Massimo Binazzi.

Luca Marinelli firma a Spoleto la sua prima regia teatrale dirigendo Fabian Jung nella trasposizione del racconto di Franz Kafka Una relazione per un’accademia, all’Auditorium della Stella sabato 8 e domenica 9 luglio (ore 21, ore 17). È un appuntamento eccezionale quello con l’organista Cameron Carpenter alla Basilica Papale di Santa Maria degli Angeli ad Assisi, venerdì 7 luglio alle ore 18.

Dal suo vastissimo repertorio Carpenter sceglie di eseguire un programma interamente dedicato alla musica di Bach in uno dei luoghi francescani simbolo della spiritualità cristiana. Ultimi spettacoli (7-8-9 luglio, Sant’Agata) per MusicAnimalia, la rassegna di concerti di mezzogiorno – già tutti sold out – che coinvolge l’Orchestra da Camera di Perugia in una piccola enciclopedia degli animali in musica. Dalla fauna alla flora, sabato 8 luglio alle ore 10 il Festival ospita Stefano Mancuso, tra i maggiori studiosi del mondo botanico, per un incontro al Teatro Caio Melisso Spazio Carla Fendi. Come da tradizione il Festival si conclude domenica 9 luglio con il concerto finale in Piazza Duomo: Antonio Pappano dirige l’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia e il mezzosoprano Sasha Cooke per i Lieder eines fahrenden Gesellen e la Sinfonia n. 1 Titano di Gustav Mahler, capace più di ogni altro di renderci partecipi, nella sua musica, dell’immensità del mondo che ci circonda.

Ultimi appuntamenti per gli incontri con gli artisti al Giardino del Festival: venerdì 7 luglio sono ospiti Rhiannon Giddens, Francesco Turrisi, e Silvio Orlando, domenica 9 luglio Antonio Pappano e Marie Chouinard.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*