Musei Nazionali dell’Umbria Presentano la Mostra di Mario Merz e l’Iniziativa “La Sottile Linea d’Umbria”

Inaugurazione Sabato 15 Giugno 2024 alla Rocca Albornoz di Spoleto

Musei Nazionali dell'Umbria Presentano la Mostra di Mario Merz
credits Lucio Il Vero

Musei Nazionali dell’Umbria Presentano la Mostra di Mario Merz e l’Iniziativa “La Sottile Linea d’Umbria”

I Musei Nazionali dell’Umbria, sotto la Direzione Regionale Musei Nazionali Umbria, annunciano una nuova e importante iniziativa che andrà ad animare i siti statali e 10 luoghi della cultura della regione. Sabato 15 giugno 2024, presso la Rocca Albornoz di Spoleto, si terrà la presentazione de “La Sottile Linea d’Umbria” e l’inaugurazione di una mostra dedicata all’artista Mario Merz (1925-2003), realizzata in collaborazione con la Fondazione Merz di Torino.

La rassegna “La Sottile Linea d’Umbria” vedrà, dal 15 giugno al 6 ottobre, interventi di arte contemporanea tra grandi mostre, performance e installazioni inedite distribuiti nei musei nazionali e in 10 luoghi della cultura umbri aderenti al circuito MuseiON. In concomitanza con questo progetto, per la prima volta sarà possibile visitare i quattordici musei nazionali dell’Umbria con un unico biglietto dal costo di 15 euro.

Alla cerimonia di inaugurazione interverranno il Direttore dei Musei Nazionali di Perugia – Direzione Regionale Musei Nazionali Umbria, Costantino D’Orazio, la Presidente della Fondazione Merz, Beatrice Merz, la Direttrice della Rocca Albornoz – Museo Nazionale del Ducato di Spoleto, Paola Mercurelli Salari, e Dario Pompili in rappresentanza della Consulta delle Fondazioni Casse di Risparmio Umbre, ente che ha contribuito al progetto insieme alla Direzione Generale Musei del MIC e alla Regione Umbria.

Questo importante evento segna l’avvio di un “viaggio” alla scoperta dell’Umbria attraverso l’arte contemporanea, con l’obiettivo di valorizzare il ricco patrimonio culturale della regione e promuoverne la fruizione. Per conoscere tutti i dettagli del programma, gli utenti possono consultare il sito gallerianazionaledellumbria.it.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*