Controlli edili nei cantieri, violazioni sui luoghi di lavoro, denunciate 2 persone

Controlli edili nei cantieri, violazioni sui luoghi di lavoro, denunciate 2 persone

Controlli edili nei cantieri, violazioni sui luoghi di lavoro, denunciate 2 persone

I Carabinieri della Compagnia di Spoleto, in linea con precedenti interventi hanno continuato a monitorare la situazione dei cantieri edili a salvaguardia della sicurezza sui luoghi di lavoro. Nel dettaglio i militari della Stazione di Campello sul Clitunno collaborando con il personale dell’Arma dei Carabinieri del Nucleo Ispettorato del Lavoro di Perugia unitamente ai funzionari civili dell’Ispettorato Territoriale del Lavoro di Perugia, nell’ambito dei servizi disposti dal Comando Legione Carabinieri Umbria, hanno predisposto e pianificato idonei servizi di controllo all’interno dei cantieri di lavoro nel territorio di competenza.

Durante l’attività di controllo su di un cantiere edile sono state comminate sanzioni amministrative e ammende per un complessivo di circa 12.000 euro.

Le violazioni riscontrate afferivano a una molteplicità di assenze di requisiti di sicurezza e mancato rispetto delle norme in materia di anti-infortunistica, riguardanti sia la salvaguardia dei lavoratori, quanto lo stato di sicurezza del luogo di lavoro, configurando ipotesi di condotte penalmente rilevanti volte alla tutela dei lavoratori inerenti:

  • l’assenza di idonea attrezzature e materiali di cantieristica;
  • l’insufficienza di sicurezza dell’impalcatura esistente montata con particolare riguardo alla sicurezza dell’infrastruttura per tutelare possibili cadute dall’alto di materiali di lavoro e/o altro;
  • il rispetto della normativa di sicurezza dei luoghi di lavoro.

Si è provveduto quindi a segnalare all’Autorità Giudiziaria le citate condotte e le ipotesi di violazione riscontrate e contestate al legale rappresentante delle società operanti nel cantiere unitamente al coordinatore responsabile sulla sicurezza dei luoghi di lavoro in fase di esecuzione.

Le persone sottoposte alle indagini preliminari si presumono innocenti.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*