Ennesimo furto in Piazza della Vittoria a Spoleto: commercianti esasperati

Ennesimo furto in Piazza della Vittoria a Spoleto: commercianti esasperati

Ennesimo furto in Piazza della Vittoria a Spoleto: commercianti esasperati

Un altro furto si è verificato nella notte tra martedì e mercoledì in Piazza della Vittoria a Spoleto, aggiungendosi alla serie di episodi che hanno messo a dura prova la pazienza dei commercianti locali. Stavolta, la macelleria Di Cicco Pucci, situata a pochi passi dal comando della polizia locale, è stata presa di mira. I ladri hanno forzato la saracinesca dell’esercizio commerciale, sollevandola di pochi centimetri, riuscendo così a entrare. Una volta dentro, si sono concentrati sul registratore di cassa, dal quale hanno sottratto il cassetto contenente circa 250 euro in monete da 1 e 2 euro. Sorprendentemente, i ladri hanno ignorato gli altri prodotti di valore presenti nel negozio, come prosciutti, salami e bottiglie di vino. A riportare la notizia i quotidiani della carta stampata dell’Umbria.

La scoperta del furto è avvenuta la mattina successiva, al momento dell’apertura della macelleria. L’assenza di un sistema d’allarme ha facilitato l’azione dei ladri. Poco dopo, una cliente ha segnalato di aver trovato il cassetto del registratore di cassa sotto una siepe in via Cacciatori delle Alpi, poco distante dal luogo del furto. Sul posto sono intervenuti gli agenti di polizia, che hanno avviato le indagini per identificare gli autori.

Negli ultimi mesi, Piazza della Vittoria è stata teatro di diversi furti che hanno esasperato i commercianti locali. Tra gli episodi più recenti si annoverano il furto all’edicola Conti, con un bottino di 4-5 mila euro in Gratta&Vinci e biglietti dell’autobus, e il furto al Piccolo Bar, dove sono stati rubati circa 80 euro di fondo cassa. Inoltre, un’agenzia immobiliare sotto Porta Leonina ha subito danni durante un’incursione.

Le forze dell’ordine ritengono che gli autori di questi furti siano individui alla ricerca di piccole somme di denaro, piuttosto che ladri professionisti. Questa convinzione si basa sulla natura e sull’entità dei furti, che sembrano essere più atti di vandalismo e piccoli saccheggi piuttosto che operazioni ben pianificate.

La situazione ha generato un clima di frustrazione e insicurezza tra i commercianti della zona, che ora chiedono un intervento più deciso da parte delle autorità per garantire la sicurezza delle loro attività.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*