Spoleto, Vertenza Maran, lavoratori approvano l’accordo

Spoleto, Vertenza Maran, lavoratori approvano l'accordo

Spoleto, Vertenza Maran, lavoratori approvano l’accordo “Con l’approvazione a larga maggioranza dell’accordo da parte dei lavoratori di Maran e R&S si chiude una pagina certamente difficile e dolorosa per gli stessi lavoratori, per il sindacato e per tutto il territorio. Ora però deve aprirsi una nuova pagina, nella quale ai sacrifici sopportati dalle maestranze corrispondano impegni e serietà da parte della nuova proprietà e la vicinanza concreta e il sostegno delle istituzioni a tutti i livelli”.

Lo afferma Filippo Ciavaglia, segretario generale della Cgil di Perugia a margine dell’assemblea dei lavoratori Maran e R&S nella quale è stato approvato l’accordo che sancisce il passaggio dell’azienda a Nuova Maran(Hoist).

“Ci tengo a sottolineare l’alta partecipazione dei lavoratori al referendum (oltre l’85%), segno di una gestione condivisa e partecipata della vertenza da parte delle categorie, che ringrazio. L’obiettivo primario che ci eravamo posti – conclude Ciavaglia – era quello di mantenere una realtà produttiva fondamentale per il territorio. E questo obiettivo, anche se con grandi sacrifici, è stato raggiunto”.

«Ancora una volta il comprensorio di Spoleto è costretto a perdere decine di posti di lavoro. Rispetto a vertenze analoghe oggi c’è un’azienda, la multinazionale Hoist, che ha deciso di investire sulle persone, chiamate comunque a supportare sacrifici. Dopo la ristrutturazione occorre ricapitalizzare l’azienda rilanciandola. Come Cisl invitiamo la politica locale e nazionale, le istituzioni e il governo ad intraprendere tutte le iniziative per sostenere la Nuova Maran e soprattutto il comprensorio, trasformando questo cambiamento in corso in opportunità. Tutti gli attori debbono ritagliarsi il proprio ruolo. I lavoratori accettando i sacrifici hanno cominciato già a farlo».

Eventi in Umbria

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*