Sisma 1997, finanziamento degli interventi avviati in anticipazione

Spoleto d’Estate 2019, gli appuntamenti musicali della settimana

Sisma 1997, finanziamento degli interventi avviati in anticipazione. Con propria deliberazione n. 290 del 18/03/2019, pubblicata in data 10/04/2019 sul Bollettino Ufficiale della Regione Umbria N. 17, la Giunta regionale ha stabilito di finanziare gli interventi di riparazione/ricostruzione di edifici privati danneggiati dal sisma del 1997, già avviati in anticipazione (art. 9 allegato 1 alla DGR n. 5180/98), stabilendo criteri e modalità per procedere a detto finanziamento.

Suscettibili di detto finanziamento sono solo ed esclusivamente gli interventi già autorizzati dai Comuni su edifici isolati collocati in priorità “g” e su edifici compresi nelle UMI di fascia “N”, per i quali siano stati effettivamente iniziati i lavori alla data di pubblicazione della citata DGR n. 290/2019.

Il provvedimento ha stabilito il seguente ordine prioritario di finanziamento, con riferimento alla data di pubblicazione sul Bollettino Ufficiale della Regione Umbria del provvedimento medesimo:

– interventi per i quali sia stata data comunicazione al Comune dell’ultimazione dei lavori almeno strutturali per gli edifici isolati ed almeno strutturali e di finitura esterna per gli edifici all’interno dei PIR;

– interventi per i quali sia stata data comunicazione di inizio dei lavori e che gli stessi risultino effettivamente iniziati.

I beneficiari del contributo dovranno trasmettere al Comune competente, entro 60 giorni dalla pubblicazione della DGR n. 290/2019 (avvenuta lo scorso 10 aprile 2019), a pena di decadenza dal contributo medesimo, apposita dichiarazione secondo i modelli già predisposti e reperibili nella homepage del sito del Comune di Spoleto (www.comune.spoleto.pg.it).

LEGGI ANCHE: Emergenza sisma, carte false per ottenere contributo mensile, CAS

La norma prevede un contributo massimo concedibile:

– per la realizzazione delle opere strutturali sugli edifici isolati determinato considerando un costo base al mq ridotto al 50%;

– per la realizzazione delle opere strutturali e delle rifiniture esterne sugli edifici all’interno dei PIR determinato considerando un costo base al mq ridotto al 60%.

L’erogazione del contributo da parte del Comune, infine, è prevista in unica soluzione a saldo, sia per gli interventi già conclusi sia per quelli con lavori in corso, dopo l’ultimazione dei lavori.

Eventi in Umbria

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*