Terzo Polo ospedaliero svelato teatro politico del Centrodestra

Spoleto, presentazione documento-denuncia sulla situazione sanitaria

Terzo Polo ospedaliero svelato teatro politico del Centrodestra

 

Terzo Polo ospedaliero – Nonostante le numerose critiche degli ultimi mesi, il Consiglio Comunale di Spoleto ha accolto con favore la proposta di mozione in difesa della sanità pubblica, denunciando le contraddizioni nel progetto del Terzo Polo Ospedaliero Regionale e la mancanza di integrazione effettiva con l’ospedale di Foligno.

Il documento, approvato giovedì 14 dicembre dopo il lavoro della IV Commissione del Presidente Guerrino Lucentini, ribadisce la contrarietà al progetto e sottolinea la necessità di un’unione tra cittadini e amministrazione locale.

Le recenti notizie confermano la mancanza di anestesisti e di personale chiave, evidenziando la mancanza di impegno nella realizzazione di un’autentica integrazione ospedaliera. Il trio Tesei-Coletto-Zaffini sembra orientato verso uno smantellamento progressivo dell’ospedale di Spoleto.

Durante il dibattito in Consiglio Comunale, il centro destra ha messo in scena un vero e proprio circo, rivelando chiaramente il sostegno alle politiche sanitarie della Giunta Regionale, colpevoli di penalizzare Spoleto e l’intera rete ospedaliera umbra.

Il Consigliere Sergio Grifoni di Obiettivo Comune ha dato il via allo spettacolo con un acceso intervento, accusando le associazioni e il centro sinistra. Tuttavia, il suo “rituale” di sparizione dal palcoscenico ha evitato il confronto diretto e la responsabilità del voto.

Il Consigliere Alessandro Cretoni di Fratelli d’Italia, con un atteggiamento equilibrato, ha sorpreso annunciando la sua assenza al voto, rivelando il finale dello show. La Consigliera Alessandra Dottarelli di Alleanza Civica ha ribadito il problema della mancanza di medici a Spoleto, ma la “realtà dei fatti” ha smentito questa giustificazione.

Il Consigliere Paolo Imbriani della Lega ha tentato di addossare al Sindaco la colpevolezza della situazione sanitaria, ma alla fine è rimasto incastrato nelle sue stesse accuse. Il circo si è concluso con l’abbandono dell’aula da parte dei Consiglieri di centro destra, rivelando la loro mancanza di sostegno trasparente alle politiche regionali.

Il Partito Democratico di Spoleto, Civici X Spoleto, Movimento 5 Stelle di Spoleto e Ora Spoleto sono pronti per nuove azioni, mentre il circo del centro destra ha rivelato la loro vera natura di “arrampicatori di specchi”.

Comunicato a cura di Partito Democratico di Spoleto, Civici X Spoleto, Movimento 5 Stelle di Spoleto e Ora Spoleto.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*