Ai Carabinieri di Spoleto: “Siamo tatuatori e andiamo a Terni”, e invece trasportavano cocaina

 
Chiama o scrivi in redazione


Furto ingente a Spoleto, scoperto gruppo criminale

SPOLETO La Compagnia Carabinieri di Spoleto ha intensificato, nell’ultima settimana, i servizi perlustrativi in vista delle festività pasquali. Tra gli obiettivi prefissati vi è il contrasto e la repressione dei reati in materia di stupefacenti, attuata mediante specifici servizi. Nell’ambito dei medesimi, lo scorso fine settimana, i militari della Stazione di Cerreto di Spoleto hanno individuato un’autovettura proveniente dalla provincia di Ascoli Piceno con tre giovani a bordo. Hanno deciso di procedere al controllo degli occupanti che hanno subito dichiarato di trovarsi di passaggio, in quanto diretti a Terni per partecipare ad una convention di tatuatori. Uno dei soggetti identificati ha manifestato subito tremore e nervosismo  e tale atteggiamento non è sfuggito all’occhio esperto dei carabinieri operanti, che immediatamente hanno proceduto ad ispezione personale, trovando nella disponibilità dello stesso 14 involucri di cocaina occultati in una confezione di caramelle.

© Protetto da Copyright DMCA

Appare evidente pertanto la finalità del soggetto di cedere la sostanza tentando di eludere occhi indiscreti e facendo apparire la distribuzione dello stupefacente come un’innocua offerta e consegna di confetti.

Infatti altri quattro involucri di metanfetamine si trovavano occultati in una scatolina di liquirizie, insieme a due frammenti di hashish, anch’essi pronti per la distribuzione al dettaglio. Per il giovane è scattata pertanto anche laperquisizione in abitazione ove gli ufficiali di polizia giudiziaria hanno rinvenuto anche una patente di guida falsa oltre a tre ulteriori dosi di cocaina anch’essa già confezionata per lo spaccio.   L’uomo è stato pertanto arrestato per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente e, a seguito di rito direttissimo, in data odierna, il Giudice ha disposto per lui la sottoposizione al regime degli arresti domiciliari.

L’uomo, B.M., è un trentenne residente nell’ascolano, mai attenzionato dalle Forze dell’Ordine per reati analoghi e attualmente disoccupato. Sempre nell’ambito dei servizi finalizzati al contrasto dello spaccio di stupefacenti sono stati numerosi, in questo periodo, i controlli presso luoghi di aggregazione e ai mezzi in transito; da ciò sono scaturite tre segnalazioni per uso personale di stupefacenti per taluni giovani residenti nello spoletino, con il conseguente sequestro di dosi di cocaina e hashish.

Eventi in Umbria

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*