Spoleto per il Nepal

Per esprimere la vicinanza istituzionale e l’amicizia di Spoleto alla popolazione del Nepal, tragicamente colpita dal terremoto, il Sindaco Fabrizio Cardarelli ha incontrato oggi, a Palazzo Comunale, Maharjan Krishna, ex maratoneta nepalese trasferitosi, grazie ad una borsa di studi, in Italia nel 1998 e legato a Spoleto grazie all’amicizia con l’atleta spoletino Piergiorgio Conti.

La conoscenza con Piergiorgio – i due si sono incontrati nel campo di atletica della capitale nepalese – lo ha poi portato a vivere per diversi periodi di tempo a Spoleto. Attualmente lavora come fornaio in provincia di Pisa.

Per aiutare le famiglie delle vittime del terremoto ha deciso di devolvere a loro due mesi del suo stipendio.

“Bisogna lavorare sulla motivazione” – ha detto – Un rischio serio è quello che le persone si lascino andare alla depressione perdendo la forza di reagire. Per questo vado fra la mia gente per una decina di giorni”.

La società di atletica della Virtus, conosciuta anche per il progetto dell’Armata Brancaleone, ha contribuito alla spesa del suo viaggio, certi che Krishna è la persona giusta per rappresentare la vicinanza di Spoleto alle popolazioni del Nepal colpite dal terremoto del 25 aprile.

Varie associazioni e persone della città stanno dando il loro contributo all’iniziativa “Spoleto per il Nepal” , progetto di aiuti umanitari cui partecipano il Cai di Spoleto, la Virtus Spoleto e i fotografi Linda Gasparri Piero Gasparri, Massimo Biondini, Armando Fizzarotti.

Per chiedere informazioni sule modalità delle donazioni e degli aiuti umanitari può chiamare il numero 3479153761 della Sezione CAI di Spoleto.

Eventi in Umbria

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*