Weekend di Pasqua, numeri record per musei, mostre e turisti

La soddisfazione del Sindaco Cardarelli e delle associazioni di categoria

Weekend di Pasqua, numeri record per musei, mostre e turisti

Boom di turisti con presenze record a Spoleto per il weekend di Pasqua. A dimostrarlo sono i dati che si riferiscono al periodo compreso tra venerdì 25 marzo a lunedì 28 marzo, giorno di Pasquetta. Solo gli ingressi all’ufficio di accoglienza turistica di Piazza Libertà sono stati circa 3 mila, un numero più che raddoppiato rispetto agli ingressi registrati nel weekend di Pasqua dello scorso anno.

Del flusso ingente di turisti che hanno visitato la città hanno beneficato anche musei e mostre. Tutti i numeri si riferiscono sempre al periodo del fine settimana di Pasqua, da venerdì 25 a lunedì 28. Alla Casa Romana 1.246 ingressi (rispetto ai 729 del weekend pasquale dello scorso anno, dal 3 al 6 aprile 2015), Museo Diocesano (579 ingressi contro i 142 del 2015). Palazzo Collicola Arti Visive 358 ingressi (+ 152 rispetto allo scorso anno). Alla Rocca Albornoziana e al Museo del Ducato 2.493 ingressi (in lievissimo calo rispetto ai 2.536 del 2015 ma lo scorso anno l’ingresso alla Rocca della domenica era gratuito). Alla Basilica di San Salvatore, patrimonio UNESCO, quasi mille gli ingressi (992 in totale, il picco con 356 visite a Pasqua). Il tornello che misura gli ingressi alla Chiesa di Sant’Eufemia dimostra che i passaggi di visitatori all’interno della basilica sono stati più di duemila, precisamente 2.183. Quasi mille gli ingressi alla mostra su De Chirico a Palazzo Bufalini in Piazza Duomo. 515 gli ingressi alla Chiesa di San Giovanni e Paolo. I dati su Museo Archeologico e Museo del Tessile sono relativi invece al periodo da sabato 26 a lunedì 28 marzo e sono entrambi positivi: 1.228 ingressi all’archeologico (1.058 nel 2015), al Museo del Tessile (258 nel 2016, 99 nel 2015).

Del boom di turisti a Spoleto hanno parlato anche TG Nazionali e vari servizi sui TG regionali. Il TG5 ha citato Spoleto insieme a Mantova, capitale della Italiana della Cultura 2016 e Matera, Capitale Europea 2019, tra i piccoli centri di città d’arte che si sono rivelate mete preferite, insieme a Roma, Firenze e Venezia, per questo weekend pasquale.

“È un piacere vedere piazze, musei, scorci e angoli di Spoleto – ha detto il Sindaco di Spoleto Fabrizio Cardarelli – straboccanti di folle di turisti e di visitatori. È un segnale importante, un’immagine di grande suggestione che ci dice come le scelte e la programmazione legate alle attività di promozione culturale e di accoglienza turistica stiano dando frutti significativi. I grandi eventi culturali e le mostre prestigiose che si susseguono senza sosta, gli eventi sportivi capaci di richiamare tanti appassionati e suscitare l’interesse dei media nazionali, la collaborazione con il settimanale Panorama, un Festival dei Due Mondi che propone eventi di assoluta qualità anche al di fuori del canonica programmazione di giugno e luglio, come anche la formidabile spinta promozionale assicurata dagli ascolti record di Don Matteo stanno rendendo giustizia alla straordinarie potenzialità turistiche legate al nostro patrimonio. La piena realizzazione della vocazione turistica e culturale di Spoleto è stata sempre considerata come imperativo strategico e prioritario della nostra agenda politica”.

Soddisfazione è stata espressa anche da Andrea Tattini, presidente della Confcommercio di Spoleto e da Tommaso Barbanera del Consorzio Operatori Turistici che hanno parlato “di una domanda senza precedenti rispetto agli anni passati. E non solo per il week end di Pasqua. Da giorni è tutto esaurito anche per il ponte del 25 aprile. Siamo convinti che a Spoleto nei fine settimana da oggi fino a ottobre si registreranno numeri record. È stato fatto, insieme al Comune di Spoleto, un grande lavoro di promozione per questa città.

L’effetto Don Matteo è palpabile, non solo per i numeri della fiction in sé, ma anche per come è riuscita a creare un circuito virtuoso, capace di garantire una grande esposizione mediatica tra servizi, speciali, trasmissioni e approfondimenti nelle principali reti televisive nazionali. Proprio a fronte di questi risultati così esaltanti rimane forte l’impegno da parte di tutti di potenziare il sistema di accoglienza con altri punti informativi e di arricchire la cartellonistica e la segnaletica, una serie di progetti e di accorgimenti di cui possiamo parlare in una sede ideale come l’Osservatorio sul Turismo.” –

Il Presidente di CONFCOMMERCIO Andrea Tattini chiude con un invito preciso: “Le nostre attività commerciali sono al servizio oltre che dei nostri concittadini anche dei visitatori. In una città che si definisce a forte vacazione turistica ritengo un errore la chiusura di alcuni esercizi commerciali in weekend di grande potenzialità, come quello appena trascorso, di fatto rivelatosi nei numeri formidabile. L’invito quindi agli operatore è di rimanere aperti per tutti i weekend fino a settembre”.

Weekend

Eventi in Umbria

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*