Edith Piaf, cabaret contemporaneo, Casa Menotti, Spoleto

 
Chiama o scrivi in redazione


Edith Piaf, cabaret contemporaneo, Casa Menotti, Spoleto Il sipario della rassegna si è alzato con le canzoni di Edith Piaf, grande artista emblema della Francia

Edith Piaf, cabaret contemporaneo, Casa Menotti, Spoleto
Il sipario della rassegna si è alzato con le canzoni di Edith Piaf, grande artista emblema della Francia

Sala gremita e pubblico entusiasta a Spoleto per lo spettacolo Edith Piaf, Cabaret contemporaneo, anteprima di Rendez Vous – Danse Francaise, rassegna di workshop, mostre, performance, musica e danza che si tiene da Marzo a Dicembre 2016 nella splendida cornice della città del Festival dei Due Mondi, punto d’incontro internazionale dedicato all’arte e alla fusione tra le arti.

Il sipario della rassegna si è alzato con le canzoni di Edith Piaf, grande artista emblema della Francia a 100 anni dalla nascita: ad interpretare i famosi brani la performer, coreografa e cantante italo-francese Carole Magnini avvolta in uno splendido abito firmato VagaMé, accompagnata dalla prestigiosa fisarmonica di Giacomo Tosti Giacobazzi. Tra il pubblico, anche l’assessore alla cultura del Comune di Spoleto e premio Oscar, Gianni Quaranta, e l’artista italo-australiana Virginia Ryan. Calorosi gli applausi e due i bis a grande richiesta.

Lo spettacolo, con il quale si è voluto rendere anche omaggio al Maestro Gian Carlo Menotti è stato il primo appuntamento di un calendario di eventi imperniato attorno a quattro grandi personalità rappresentative della danza francese protagoniste, nei prossimi giorni e durante tutto l’anno, di corsi di formazione e spettacoli aperti al pubblico: i coreografi Christine Gérard, Christian Bourigault, Dominique Dupuy, Brigitte Hyon. L’ideazione e la direzione artistica della manifestazione, arrivata alla sua quinta edizione, è di Carole Magnini con la collaborazione di Associazione Evidanse, Comune di Spoleto, Ambasciata Francese, la Francia in scena e Institut Français à Rome, Teatro Stabile dell’Umbria, Caos di Terni.

Dopo l’anteprima con l’omaggio ad Edith Piaf, da martedì 30 marzo si svolgerà un workshop intensivo di una settimana a cura della coreografa Christine Gérard.  Durante il corso, Sabato 2 aprile alle 18 è in programma una performance aperta al pubblico al Teatro Nuovo, Sala delle maestranze (per informazioni e iscrizioni si può chiamare il numero 348 087 21 26). In questa occasione la grande coreografa Christine Gérard  presenterà «Assolo rouge», un estratto dello spettacolo di Gérard e Isabelle Lévy-Lehmann «La traversée du Temps».  A seguire presentazione di una Composizione coreografica creata dagli allievi

Rendez Vous 2016 riprenderà a giugno con la Fete De La Danse “dans la rue” aperta a tutti, professionisti e scuole, attivando scambi e collaborazioni tra Italia e Francia. Tra giugno e luglio, si prosegue con una Residenza Creativa con Christian Bourigault, Un Rendez Vous Silence de Pierres (Silenzio di pietre) con coreografie e scenografie di Carole Magnini  e, a settembre, con un Seminario di danza contemporanea e Masterclass con Dominique Dupuy. Infine, a dicembre, arriva a Spoleto Brigitte Hyon, direttrice della formazione presso il Centro nazionale di Danza di Parigi, che terrà una Masterclass per danzatori e non danzatori (per informazioni e iscrizioni si può chiamare il numero 348 087 21 26).

“Rendez Vous L’atelier – Place Des Arts”. Tra Giugno e Luglio verrà creato a Spoleto anche uno spazio specifico per presentare, condividere, scambiare, innovare. Uno spazio in cui si susseguiranno performance di Danza, Musica, Teatro, Mostre, con i giovani creatori e gli artisti di fama internazionale.

“Rendez Vous” è un contenitore artistico diretto e ideato da Carole Magnini (Associazione Evidanse, Spoleto) che propone eventi, spettacoli e progetti artistici, culturali e didattici, mettendo in scena giovani artisti ma anche personalità di fama nazionale e internazionale, come per il “Rendez Vous-Invité special” tenutosi nel Luglio 2013 al Chiostro di San Nicolò a Spoleto a cui hanno partecipato il maestro Ramberto Ciammarughi e l’artista internazionale Ludwika Ogorzelec. La prima edizione di Rendez-Vous è stata presentata nel 2012 nelle sale di Palazzo Collicola Arti Visive a Spoleto; la seconda edizione si è svolta nel 2013 negli spazi urbani della stessa città, Piazza XX Settembre e nello spazio Teatro Sala Frau presentando giovani artisti professionisti a confronto con compagnie riconosciute sul territorio, direttori di festival, giornalisti. Dal 2014 la rassegna, in maniera innovativa, è stata anche aperta a diverse scuole dell’Umbria che hanno aderito al progetto.

 PROGRAMMA 2016*

 Sabato 26 Marzo alle ore 17 a Casa Menotti (Piazza del Duomo) va in scena lo spettacolo Edith Piaf, Cabaret contemporaneo sulle canzoni della grande artista francese a 100 anni dalla nascita (voce Carole Magnini   – fisarmonica Giacomo Tosti Giacobazzi)

 Dal 30 marzo al 4 Aprile

Workshop:  Improvvisazione e Composizione coreografica  aperto a tutti (Per iscrizioni e informazioni: carolemagnini@yahoo.fr  o cell. 348 087 21 26). In questa occasione, Carole Magnini,  accoglierà e seguirà anche due giovani coreografe vincitrici del bando di Anghiari Dance Hub. Sabato 2 aprile alle ore 18 (Teatro Nuovo, sala maestranze) è in programma una serata aperta al pubblico in cui Christine Gérard  presenterà «Assolo rouge», un estratto dello spettacolo di Gérard e Isabelle Lévy-Lehmann «La traversée du Temps».  A seguire presentazione  di una Composizione coreografica creata dagli allievi, e i lavori work in progress di giovani coreografi con dibattito-discussione.

 Residenza nell’ambito di Anghiari Dance Hub

; Sabato 2 Aprile ore 18 al Teatro Nuovo, Sala delle maestranze, a conclusione del seminario prova aperta al pubblico con la coreografa francese Christine Gérard.

Sabato 2 Aprile 2016

Rendez Vous con Christine Gerard a Spoleto: Printemps 2016, stage e workshop. Sarà presente Isabelle Levy-Lehmann, giornalista, fotografa, video-maker che illustrerà il suo ultimo lavoro realizzato con Christine Gérard sull’immagine e il movimento. Workshop:  Improvvisazione e Composizione coreografica  (aperto a tutti). Il workshop si concluderà con una «performance» degli allievi, che sarà presentata all’esito del seminario durante una prova aperta al pubblico.

 Giugno 2016

Rendez Vous Fete De La Danse «dans la rue». Progetto aperto a tutti, nato nel 2015 a Spoleto e Perugia, ispirato alla Fete de la Danse già esistente in Francia, L’intento per il 2016 è di estendere l’iniziativa ad altre regioni d’Italia, collegando diverse strutture, compagnie, scuole italiane con omologhi francesi per creare una sorta di “ponte artistico” tra Italia e Francia. Si lavorerà quindi su un progetto comune, che verrà presentato nei due paesi simultaneamente all’inizio di Giugno. È previsto un film in DVD conclusivo dell’evento svolto nei due paesi. Si tratta di presentare una o più performance in spazi urbani, monumenti, parchi, giardini o siti non convenzionali coinvolgendo il pubblico. Chi fosse  interessato (scuole, compagnie, artisti) può contattare Carole Magnini (carolemagnini@yahoo.fr  o al cell. 348 087 21 26)

Giugno / Luglio 2016

Rendez Vous – Silence de Pierres (Silenzio di pietre) con coreografie e scenografie di Carole Magnini. Un percorso tra arte e danza della durata di una settimana, ogni giorno con un Rendez Vous diverso per scoprire gli angoli più suggestivi della città. Il progetto presenterà insieme ai danzatori della Compagnia, il gruppo “Mémoire Vive” gruppo di ricerca coreografico e teatrale in situ (spazi urbani) composto da professionisti e non diretti da Carole Magnini.

Rendez Vous “Place des Arts-l’Atelier” Arte mobile

Lungo il percorso della mobilità alternativa.

Quando l’arte si muove e la città diventa mobile.

Rassegna artistica “alternativa” con performance di musica, danza, mostre, teatro, conferenze negli spazi urbani e in alcuni spazi chiusi lungo il percorso di mobilità alternativa della città di Spoleto.

Ad esibirsi giovani artisti ma anche artisti affermati (tra questi Christian Bourigault e la Compagnia dell’Alambic, l’artista Virginia Ryan, Monica Pennazzi- Brasile, Gabriele Bastianelli, i musicisti Gabriele Russo e Goffredo degli Esposti dell’ Ensemble Micrologus, Giacomo Tosti  e Trio, Livia Massarelli, Francesca Formisano, Giovanna Rovedo, Luis Diego Pizzaro Aguilar (Danza-Costa Rica), Rita Albertini, VagaMé e altre sorprese come un evento dedicato alle opere di  Brajo Fuso per Fuseum).

 Estate 2016

Rendez Vous con Christian Bourigault “Cie de L’Alambic” nella sublime cornice del Festival dei 2 Mondi di Spoleto.  E’ prevista una Residenza Creativa- vacanza artistica- con Christian Bourigault, una personalità emblematica e una figura di riferimento della Danza contemporane francese e nel panorama della danza contemporanea al livello internazionale. L’evento propone: una residenza creativa di una settimana guidata dal coreografo Christian Bourigault. Durante il workshop, della durata di una settimana, verrà creata una performance che sarà presentata a Spoleto nel periodo del Festival dei 2 Mondi (con possibile replica al Centro Caos di Terni). La Residenza è aperta a danzatori e non danzatori.

Autunno 2016

Rendez Vous con Dominique Dupuy: Seminario di Danza Contemporanea-Masterclass.

“Dominique Dupuy (Parigi 1930) è un danzatore, un Maestro che ha dedicato la sua vita alla ricerca. Figura emblematica della danza contemporanea, partecipa da cinquant’anni a tutte le battaglie per creare, innovare, portare la danza là dove non arriva. Danzatore, coreografo, scrittore, pensatore, è chiamato in ogni parte del mondo perché diffonde un insegnamento preciso, poetico e profondo rivolto sia a danzatori, sia agli interessati all’arte del movimento in tutte le sue forme. Le lezioni di Dominique Dupuy sono rivolte a tutti coloro che si dedicano all’arte del movimento nelle sue molteplici forme.   L’evento comprende anche: presentazione del libro  “La saggezza del danzatore”  con Cristina Negro e Eugenia Casini Ropa; lo spettacolo “Passeurs de Solitude 3″: «Eventails» /« Cube » /extraits de «En Vol». «Passage» de solos de Dominique Dupuy /Chorégraphie D.Dupuy-Danseur: Wu Zheng.

Dicembre 2016

Rendez Vous con Brigitte Hyon (Direttrice Formation au CND Paris). Rendez Vous 2016 si conclude con l’intervento di Brigitte Hyon, ballerina, coreografa e docente (tra i suoi allievi la stessa Carole Magnini). Brigitte Hyon, nel passato direttrice del RIDC, centro di formazione di Françoise, è ora Direttrice della formazione presso il Centro nazionale di Danza di Parigi. L’evento propone una Masterclass per danzatori e non danzatori che si svolgerà nel corso di un weekend. Possibilità di una performance finale. Temi affrontati: Tecnica e analisi del movimento nella danza; Composizione e  creazione coreografica.

*Luoghi e orari non ancora definiti verranno precisati a ridosso dei singoli appuntamenti

Per informazioni e iscrizioni si può chiamare il numero 348.0872126 oppure scrivere a carolemagnini@yahoo.fr.

CHI ERA

Édith Piaf

Édith Piaf, pseudonimo di Édith Giovanna Gassion (Parigi, 19 dicembre 1915 – Grasse,10 ottobre 1963), è stata una cantautrice francese.

È stata una grande interprete del filone realista (chanteuse réaliste). Nota anche come “Passerotto”, come veniva soprannominata per la sua minuta statura (passerotto infatti nell’argot parigino si dice piaf), è stata in attività tra gli anni trenta e sessanta. Ma già a otto anni dovette muovere i primi passi verso la musica cantando per suo padre in strada per qualche spicciolo dove tuttavia incontrava il grande favore della folla.

Definita come “l’ugola insanguinata” di un passerotto, la sua voce, caratterizzata da mille sfumature, era in grado di passare improvvisamente da toni aspri e aggressivi a toni dolcissimi; inoltre sapeva far percepire in modo unico la gioia con il suono della sua voce. È la cantante che con le sue canzoni ha anticipato il senso di ribellione tipico dell’inquietudine che contraddistinse diversi intellettuali della rive gauche del tempo come: Juliette Greco,Roger Vadim, Boris Vian, Albert Camus ecc.

In molti casi era lei stessa l’autrice dei testi delle canzoni che tanto magistralmente interpretava.La vita di Édith Piaf fu sfortunata e costellata da una miriade di fatti negativi: incidenti stradali, ripetuti episodi di coma etilico, interventi chirurgici, e anche un tentativo di suicidio. In una delle sue ultime apparizioni pubbliche la si ricorda piccola e ricurva, con le mani deformate dall’artrite reumatoide e con radi capelli; solo la sua voce era inalterata e splendida come sempre.

 

Eventi in Umbria

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*