Due Mondi Kids: Un festival per tutti, piccoli e grandi

Due Mondi Kids: Un festival per tutti, piccoli e grandi

Due Mondi Kids: Un festival per tutti, piccoli e grandi

Il Festival dei Due Mondi continua a dedicare una ricca offerta di spettacoli e iniziative per bambini e famiglie. Quest’anno, l’anteprima della 67ª edizione, tenutasi a metà maggio, ha visto il progetto “La musica è un gioco da ragazzi” portare sul palco del Teatro Nuovo Gian Carlo Menotti 600 bambini provenienti da 37 classi di 10 istituti scolastici del territorio. Questo progetto, realizzato in collaborazione con i musicisti dell’Orchestra da Camera di Perugia, ha offerto due spettacoli musicali, con attività sia dentro che fuori la classe.

Il progetto proseguirà durante il Festival con due repliche straordinarie dei Concerti di Mezzogiorno riservate alle famiglie, in programma il 5 e il 12 luglio 2024. I giovani spettatori avranno l’opportunità di assistere ai concerti “Histoire du Soldat” con musiche di Igor Stravinskij e “Sogni… di una notte di mezza estate” con musiche di Edward Grieg e Felix Mendelssohn, eseguite dai musicisti dell’Orchestra da Camera di Perugia.

Il Festival offre anche appuntamenti per tutta la famiglia, tra cui la magica danza verticale di Il Posto, che incanta adulti e bambini con due spettacoli in cui l’architettura diventa palco e i corpi diventano narratori di storie sospese tra cielo e terra. Inoltre, la sezione Due Mondi Kids include quattro spettacoli della rassegna La MaMa Spoleto Open, tutti in programma allo Spazio Oberdan.

Il 6 luglio, Yoann Bourgeois porterà a Spoleto “Memory of a fall”, una nuova e spettacolare creazione che esplora la caduta della condizione umana. Questo spettacolo, adatto per tutta la famiglia, vedrà spettacolari evoluzioni dei danzatori su una imponente struttura-palcoscenico, accompagnate dalla musica di Hania Rani, una delle più originali artiste elettroniche del nostro tempo.

Infine, l’universo ipnotico di “Last minute”, firmato dal duo Adrien M & Claire B, conquista il pubblico di tutte le età grazie a una suggestiva combinazione di musica, luci e proiezioni interattive. Questa esperienza, dal carattere fortemente rituale, ruota attorno a un unico minuto dilatato nel tempo, quello che precede l’attraversamento della soglia tra il “prima” e il “dopo”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*