Il Bosco di San Gregorio e Festival dei Due Mondi

Il Bosco di San Gregorio e Festival dei Due Mondi

Il Bosco di San Gregorio e Festival dei Due Mondi

Il Bosco di San Gregorio – Il 30 giugno 2024, Spoleto ha accolto con orgoglio l’inaugurazione del Bosco di San Gregorio, un progetto sperimentale di sostenibilità ambientale. Questa iniziativa è il risultato di una collaborazione tra l’Amministrazione Comunale e la Fondazione Festival dei Due Mondi, entrambe attente alle tematiche ESG dell’Agenda 2030. Il progetto è stato supervisionato dal rinomato scienziato Stefano Mancuso, professore ordinario al Dipartimento di Scienze e Tecnologie Agrarie dell’Università di Firenze.

Il Bosco di San Gregorio, situato in Piazza Garibaldi, di fronte alla Cattedrale di San Gregorio, è stato trasformato da un parcheggio a un Giardino all’italiana, grazie al sostegno di Bocci Vivai e alla partecipazione di Echo Labs by FERCAM & DACHSER come Sustainability Partner. Il giardino è stato allestito con piante autoctone, tra cui due filari paralleli di Cipressi di 10-12 metri di altezza e una siepe di bosso, affiancati da un’area interna di gelsi alti 5 metri con una chioma di diametro dai 4,5 ai 5 metri.

Grazie al supporto di Pnat (Project Nature), un think tank emergente di designer e scienziati delle piante fondato da Stefano Mancuso, sono state installate delle termocamere che mostreranno il contributo degli alberi alla mitigazione delle isole di calore e l’effetto raffrescante nella piazza. Su degli appositi display sarà possibile visualizzare le variazioni di temperatura di una scena, evidenziando aree più calde o più fredde attraverso diverse tonalità di colore.

Le panchine e le fioriere in Piazza Garibaldi sono state realizzate riutilizzando il legno proveniente dai materiali da imballo a perdere della filiera logistica di DACHSER & FERCAM Italia, rielaborati in logica di upcycling dalla falegnameria di Echo Labs. Quest’ultima, un’impresa sociale del gruppo che impiega richiedenti asilo, è stata premiata anche quest’anno con il logo “Welcome. Working for Refugee Integration” dall’UNHCR Italia, Agenzia ONU per i Rifugiati.

Per tutta la durata del Festival dei Due Mondi, la piazza sarà animata dai laboratori di falegnameria di Echo Labs, in cui grandi e piccini potranno contribuire a realizzare nuovi arredi per la piazza stessa, guidati dagli artigiani falegnami in un’esperienza di eco-design e consumo responsabile.

La partecipazione della Fondazione Festival dei Due Mondi alla realizzazione del Bosco di San Gregorio è solo una delle tante iniziative che il Festival dedica ai temi della Sostenibilità ambientale da quattro anni. L’obiettivo è di sensibilizzare e mettere in campo azioni coerenti con la strategia nazionale di adattamento ai cambiamenti climatici, caratterizzando la città di Spoleto come luogo di attrattività scientifica.

Il Sindaco Andrea Sisti ha commentato l’importanza del progetto, sottolineando come Spoleto sia una realtà storicamente caratterizzata da una ricchezza ambientale e paesaggistica di grande pregio e valore. Ha inoltre evidenziato l’importanza del rapporto tra l’uomo, l’insediamento urbano e la natura.

Dino Menichetti, Presidente di Echo Labs, ha espresso il suo orgoglio per la partecipazione a questo progetto prezioso, che arricchisce un Festival di prestigio globale e a cui è splendido poter contribuire nuovamente come Sustainability Partner. Ha sottolineato l’importanza di coinvolgere attivamente la comunità locale in un progetto di partecipazione attiva per la riqualificazione urbana, con l’obiettivo di costruire insieme un esempio tangibile di come l’eco-design e il consumo responsabile possano fare la differenza nella vita quotidiana delle persone e nell’ambiente in cui vivono.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*