Indagine sul decesso di Nicola Gelmetti, indagati due medici dell’ospedale di Spoleto

Iniziativa Anci e Federsanità Anci Umbria promozione salute

Indagine sul decesso di Nicola Gelmetti, indagati due medici dell’ospedale di Spoleto

Due medici dell’Ospedale San Matteo degli Infermi di Spoleto sono stati iscritti nel registro degli indagati, in seguito alla morte di Nicola Gelmetti, l’imprenditore di 65 anni molto conosciuto a Spoleto, morto la scorsa settimana nella sua abitazione, dopo essere stato dimesso dal pronto soccorso.

“Dopo l’esame della cartella clinica sequestrata e una discussione preliminare con il consulente tecnico nominato dal Pubblico Ministero – scrive la Procuratore facente funzioni, Vincenzo Ferrigno, in una nota stampa -, due medici risultano essere indagati”.

Su richiesta del consulente, l’autopsia è stata posticipata a venerdì 9 febbraio. Questa decisione è stata presa per consentire ulteriori indagini e per garantire che tutti gli aspetti del caso siano adeguatamente considerati. Inoltre, è stata disposta una consulenza per effettuare accertamenti tossicologici. Questi accertamenti sono fondamentali per comprendere meglio le circostanze che hanno portato al decesso.

Gelmetti era arrivato in ambulanza al pronto soccorso, lamentando un forte dolore e un senso di spossatezza. Nonostante ciò, è stato dimesso e riaccompagnato a casa dalla moglie. La famiglia di Gelmetti, intenzionata a capire cosa sia successo al loro caro, ha formalizzato una denuncia ai carabinieri. Gelmetti aveva avuto problemi di cuore in passato e soffriva di altre patologie. Sabato pomeriggio, spaventato dal suo stato di salute, aveva chiesto l’intervento del 118. Il figlio di Gelmetti, insieme a un dipendente dell’azienda di famiglia, ha fatto la terribile scoperta il giorno dopo. Entrato in casa, ha realizzato che si era consumata la tragedia. Gelmetti, secondo quanto emerso, intorno alle 5 del mattino avrebbe anche cercato di fare una telefonata, poi è accaduto l’irreparabile.

La notizia della morte di Gelmetti, unita allo sconcerto per le circostanze in cui è avvenuta, ha destato grande cordoglio in città. Gelmetti era il fondatore e titolare della Ennegi Net, un’azienda di Madonna di Lugo specializzata in forniture e assistenza di grandi cucine e attrezzature per bar e ristoranti. La sua morte lascia un vuoto incolmabile nella comunità e nel settore in cui operava. La sua famiglia, gli amici e la città intera attendono risposte sulla sua morte improvvisa.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*