Turismo: più di 5mila visitatori in tre giorni nei musei di Spoleto

Alla Rocca e Museo del Ducato quasi 2mila persone. Boom per la chiesa dei SS. Giovanni e Paolo

 
Chiama o scrivi in redazione


Viaggi di istruzione Unesco, la soddisfazione del Vicesindaco e dell'assessore

Turismo: più di 5mila visitatori in tre giorni nei musei di Spoleto

Continua il trend positivo dei flussi turistici a Spoleto. La conferma viene anche dagli ingressi nei musei che durante il ponte del 25 aprile hanno fatto registrare presenze superiori alle 5mila visite. Nel dettaglio i numeri si riferiscono agli ingressi, registrati nei giorni di sabato 23, domenica 24 e lunedì 25 aprile, nei principali musei di Spoleto: Rocca Albornoziana e Museo del Ducato, Casa Romana, Museo Archeologico, Palazzo Collicola, Diocesano, Museo del Tessuto e SS. Giovanni e Paolo. Il totale degli ingressi parla di 5.393 persone che hanno visitato le collezioni e i monumenti.

Il maggiore risultato è quello della Rocca Albornoziana e del Museo del Ducato che hanno attirato quasi 2mila persone, esattamente 1.980 gli ingressi così distribuiti: sabato gli ingressi sono stati 452, domenica sono stati 892, lunedì invece 636.

La Casa Romana si conferma tra le mete culturali più appetite dai turisti: quasi mille i visitatori (905 biglietti staccati): 158, 529 la domenica e 218 il lunedì.

Al Museo Archeologico e al Teatro Romano sono entrati 788 visitatori in totale, 117 il sabato, 324 la domenica e 347 il lunedì

651 ingressi totali per Museo Diocesano e Basilica di Sant’Eufemia con 108 ingressi il sabato, 371 la domenica e 172 il lunedì.

Risultato particolarmente significativo per la Chiesa dei Santi Giovanni e Paolo che ha fatto registrare 547 ingressi: 109 visitatori sabato, 216 la domenica e 222 lunedì.

354 visitatori hanno frequentato gli spazi e le sale di Palazzo Collicola – Arti Visive. Sabato 96 ingressi, domenica 186 e lunedì 72.

Il Museo del Tessuto e del Costume ha ricevuto 168 visite in totale, sabato 36, domenica 74, lunedì 58 totale.

Turismo

Eventi in Umbria

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*