Referendum, si intensifica la campagna del Pd Umbria

Luca Lotti a Spoleto con Leonelli. Sindaci in piazza per il sì e oggi tocca a Guerini

Referendum, si intensifica la campagna del Pd Umbria PERUGIA – Big nazionali, mobilitazione straordinaria dei sindaci e ancora banchetti, volantinaggi e porta a porta per l’ultima settimana di campagna referendaria per il Sì del Pd Umbria. “Si intensifica ancora di più l’impegno del Partito Democratico a sostegno della riforma della Carta costituzionale – sottolinea il segretario regionale Pd Giacomo Leonelli”. “Un impegno – aggiunge – portato avanti da militanti, iscritti e amministratori con entusiasmo, stando in mezzo alla gente, nelle piazze, ai mercati, porta a porta, stando sui temi e guardando al merito delle questioni relative al referendum. Ho partecipato a moltissime iniziative di confronto molto interessanti, non ultima quella di ieri, a Magione, insieme a Francesco Innamorati, 91 anni, partigiano per il Sì”.

Domani il sottosegretario alla presidenza del Consiglio dei Ministri Luca Lotti sarà a Spoleto (alle 18 a Villa Redenta) per un’iniziativa sulle “Ragioni del Sì”, a fare gli onori di casa il segretario Leonelli insieme alla deputata Anna Ascani. Oggi pomeriggio è la volta del vicesegretario Lorenzo Guerini, che sarà a Terni (alle 18.30 all’hotel Valentino) con la presidente della Regione Catiuscia Marini, il sindaco della città Leopoldo Di Girolamo e i segretari comunale e provinciale Jonathan Monti e Carlo Emanuele Trappolino.

Tra domani e giovedì, infine, 22 sindaci del Partito Democratico aderiranno alla mobilitazione nazionale #bastaunsindaco in piazza e saranno ai mercati e nelle piazze per rispondere alle domande dei cittadini sulla riforma costituzionale. Senza contare le decine di iniziative sui territori calendarizzate nelle prossime ore, per ribadire che “la riforma su cui siamo chiamati a esprimerci – conclude Leonelli – è una buona riforma, che semplifica le nostre istituzioni e diminuisce i costi della politica, una riforma attesa da anni che ci carica di una grande responsabilità nei confronti del Paese”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*