Lega, Spoleto solo una pedina nello scacchiere geopolitico del PD

Lega, Spoleto solo una pedina nello scacchiere geopolitico del PD
Lega, Spoleto - Caparvi e Cretoni

Lega, Spoleto solo una pedina nello scacchiere geopolitico del PD “La volontà di spartizione di potere del PD si manifesta clamorosamente in una Spoleto dimenticata dalle scelte regionali che, invece, viene trattata come una pedina nello scacchiere geopolitico e considerata l’ultimo baluardo contro la disfatta del PD a questa tornata amministrativa. Questo si evince dall’apparentamento quanto meno anomalo deciso da due realtà politiche, completamenti differenti e in lotta fino a pochi giorni prima, al solo scopo di assicurarsi poltrone, incarichi o un posto in prima fila”.

Virginio Caparvi: “Lega coerente con gli impegni presi”

L’intervento è del deputato e segretario Lega Umbria, Virginio Caparvi: “La Lega – prosegue – coerentemente agli impegni presi, sceglie un candidato preparato e una squadra collaudata che non antepongono la volontà di potere agli interessi cittadini, ma che vogliono mettere al primo posto le esigenze di Spoleto. Siamo fiduciosi del fatto che gli spoletini non si faranno sedurre da questa lottizzazione di potere della presidente della Regione, Catiuscia Marini, ma voteranno De Augustinis – conclude il Segretario regionale Lega – perché rappresenta e incarna il vero cambiamento”.

Sandro Cretoni (Lega, Spoleto): “Cittadini mai succubi del PD”

Al deputato e segretario regionale, Virginio Caparvi fa eco il segretario Lega di Spoleto, nonchè capolista alle ultime elezioni, Sandro Cretoni: “Abbiamo già largamente verificato quello che la presidente Marini (e il suo PD) ha fatto, o meglio, non ha fatto per Spoleto (vertenze aziendali, Tre Valli, ferrovia, Frecciabianca, ospedale, pratiche terremoto). Sono sicuro che i miei concittadini non vogliano continuare ad essere succubi di una politica che ha ridotto la città nella situazione in cui versa. Solo votando De Augustinis, per le sue doti e capacità e per l’appoggio continuo che avrà dai nostri Ministri e Parlamentari, potremo far ripartire Spoleto. Solo cosi potremo ridare alla nostra città il ruolo che le spetta“.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*