Cinque lavoratori delle mense scolastiche a rischio licenziamento

 
Chiama o scrivi in redazione


Cinque lavoratori delle mense scolastiche a rischio licenziamento
lavoratori mense

Cinque lavoratori delle mense scolastiche a rischio licenziamento

© Protetto da Copyright DMCA

“L’Amministrazione comunale ha seguito con costante impegno e con assoluta tempestività la vicenda delle cinque lavoratrici della Cooperativa, per cui respingiamo come inutile e fuori luogo qualsiasi insinuazione o allusione ad un presunto silenzio-assenso da parte del Comune”: questa la risposta dell’Amministrazione comunale dopo la nota stampa diffusa dai Circoli PD dell’Alta Marroggia a proposito del procedimento di licenziamento a carico di cinque lavoratori della Cooperativa B+, che gestisce il servizio di ristorazione scolastica nel Comune di Spoleto.

“È vero invece l’esatto contrario di quello che sostiene il PD perché – spiega il Sindaco Fabrizio Cardarelli– consapevoli della delicatezza della situazione, abbiamo avuto, appena informati dei fatti, una lunga serie di incontri con entrambe le parti. Da due mesi a questa parte infatti, insieme al Presidente del Consiglio Giampiero Panfili,  abbiamo partecipato a cinque diversi colloqui con le lavoratrici ed i loro legali ed altrettanti incontri li abbiamo avuti con il consorzio ABN. Una interlocuzione ravvicinata e pressante quindi per tentare di risolvere nel migliore dei modi questa vicenda”. Oltre alle riunioni il Comune ha assunto una dura presa di posizione, sotto forma di missiva a firma del Sindaco e dalla dirigente del settore sociale del Comune e fatta recapitare al Consorzio ABN, per evidenziare il primario interesse dell’Amministrazione affinché eventuali mutamenti organizzativi non incidano minimamente sui livelli di qualità della prestazione come previsto dal contratto di concessione.

 “Rimarchiamo  – ha spiegato il Sindaco – quindi l’assoluta priorità riguardo al mantenimento degli standard di un servizio di importanza strategica per la città”.

Oltre a questo nella lettera si sottolinea chiaramente anche la necessità di tutelare le forze lavoro impiegate, un aspetto esplicitamente stabilito nel bando di affidamento del servizio, mediante project-financing, bandito dal Comune di Spoleto e aggiudicato all’ABN .

Cinque lavoratori

[mappress mapid=”3″]

Eventi in Umbria

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*