Spoleto: CasaPound interviene sulla vus

 
Chiama o scrivi in redazione


“Era il 25 settembre dello scorso anno quando i militanti di CasaPound Spoleto, attenti allo svolgersi delle attivita’quotidiane locali, svelavano l’inoperosita’di alcuni dipendenti della VUS”. Lo dichiara in una nota il responsabile cittadino del movimento Gianni Pascale

“E’ con grande piacere dunque – continua Pascale – che raccogliamo la proposta del sindaco Cardarelli di dotare i mezzi di sistema di localizzazione GPS per evitare che i dipendenti facciano delle pause, durante le ore lavorative, troppo lunghe ed interminabili. A suo tempo auspicammo controlli piu’ serrati per gli operatori ecologici, e pare che il Sindaco abbia avviato una sua battaglia contro questi sprechi arbitrari, dichiarando di trovare allucinante che un’ ora dopo aver preso servizio, certi dipendenti vadano a fare colazione, protraendo la sosta addirittura piu’ del dovuto”.

“A questo punto – continua il responsabile di CasaPound – c’è stata però la sollevazione dei sindacati a tutela non dei tanti lavoratori colpiti dalla crisi o dei lavoratori coscienziosi presenti anche nella VUS, ma dei lavativi e inefficienti, con la motivazione che sarebbe illegale il controllo a distanza tramite impianti audiovisivi e altre apparecchiature”.

“Insomma – conclude Pascale – controllare chi lavora e chi no, pare sia un reato; allora, noi di CasaPound Spoleto chiediamo che provvedano gli stessi dirigenti della VUS a svolgere opera di controllo che tanto gioverebbe all’ azienda, premiando i laboriosi e rimuovendo dal proprio posto gli scansafatiche. Sindaco Auguri.”

Eventi in Umbria

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*