Da Spoleto a Bari le promesse del Teatro Lirico Sperimentale

Da Spoleto a Bari le promesse del Teatro Lirico Sperimentale. Lunghi applausi e l’inaugurazione della stagione 2024 dell’Orchestra Sinfonica Metropolitana di Bari

Da Spoleto a Bari le promesse del Teatro Lirico Sperimentale

Da Spoleto a Bari le promesse
del Teatro Lirico Sperimentale

Lunghi applausi e l’inaugurazione della stagione 2024 dell’Orchestra Sinfonica Metropolitana di Bari

Ieri sera il Teatro Piccinni di Bari, ha aperto la stagione 2024 dell’Orchestra Sinfonica della Città metropolitana di Bari con  lunghi applausi per l’orchestra e per le giovani promesse del Teatro Lirico Sperimentale ‘A. Belli’ di Spoleto. Il gruppo, sotto la direzione del maestro Gian Rosario Presutti, hanno eseguito in forma di concerto l’opera I due timidi di Nino Rota (1950) su libretto di Suso Cecchi D’Amico. L’esecuzione dell’opera radiofonica andata in scena con lo stesso cast lo scorso settembre al Teatro Nuovo di Spoleto nell’ambito della 77ma Stagione Lirica Sperimentale è stata preceduta dalla prima esecuzione assoluta di Suso e Nino – Timida ouverture di Nicola Scardicchio (commissione dell’ICO).

Quest’anno, i soprani Alessia Merepeza, Chiara Guerra e Aloisia de Nardis; i mezzosoprani Antonia Salzano, Simone van Seumeren e Virginia Cattinelli; i tenori Oronzo D’Urso, Paolo Mascari e Francesco Domenico Doto; il baritono Davide Peroni e il basso Marco Gazzini sono tutti cantanti risultati vincitori e idonei del Concorso di Canto Spoletino (ed. 2021, 2022 e 2023) e  hanno avuto l’opportunità di potersi esibire oltre i confini dell’Umbria. Una conferma che il concorso spoletino, giunto quest’anno alla 78ma edizione (e che si terrà a Spoleto dal 6 al 9 marzo 2024), accresce di anno in anno il suo prestigio, offrendo a quei giovani dotati di particolari qualità artistiche gli strumenti utili ad avviare la professione dell’arte lirica.

«Una serata da ricordare – commenta il direttore artistico dell’orchestra Vito Clemente – sono certo che in futuro potremmo dire di aver ospitato per l’inaugurazione della nostra stagione concertistica dodici talenti. C’è anche una componente emotiva da parte mia perché Spoleto ha significato tantissimo per me e sono veramente felice di questa che spero possa essere la prima di molte collaborazioni».

L’Orchestra Sinfonica Metropolitana di Bari, fondata nel 1968, è tra le dodici Istituzioni Concertistiche Orchestrali (I.C.O.) italiane. In oltre cinquant’anni di attività, l’orchestra è stata diretta da alcuni tra i nomi più autorevoli del mondo musicale, tra cui Nino Rota e Luciano Berio, attualmente il direttore artistico è Vito Clemente. L’Orchestra, sempre aperta a prestigiose collaborazioni è stata più volte ospite del Festival dei Due Mondi di Spoleto, del Teatro Petruzzelli di Bari e di numerose realtà musicali internazionali.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*