La Notte Europea dei Musei illumina Spoleto con arte e musica

Circa 400 visitatori partecipano alle iniziative culturali organizzate a Palazzo Collicola, Chiesa dei Santi Giovanni e Paolo e al Museo di Scienze e del Territorio

La Notte Europea dei Musei illumina Spoleto con arte e musica

La Notte Europea dei Musei illumina Spoleto con arte e musica

La Notte Europea dei Musei ha risplenduto a Spoleto, attirando circa 400 visitatori alle numerose iniziative culturali organizzate in vari luoghi della città. Sabato 19 maggio, dalle ore 19.30 alle 23, turisti e cittadini locali hanno avuto l’opportunità di scoprire le mostre in corso a Palazzo Collicola, le collezioni del Museo di Scienze e del Territorio (MuST) e la Chiesa dei Santi Giovanni e Paolo, tutte con visite guidate.

L’apertura dell’evento è stata segnata da un momento musicale offerto dal duo dell’Associazione Spoleto Musica, composto da Gabriele Francioli e Gabriele Giglioni. Successivamente, i visitatori hanno potuto ammirare la scultura Octetra, realizzata da Isamu Noguchi nel 1968 e recentemente restaurata. Quest’opera, ricollocata in piazza Collicola, all’esterno del Museo, è un simbolo della città e un vero e proprio biglietto da visita per Palazzo Collicola.

Al piano nobile di Palazzo Collicola, i visitatori hanno potuto assistere alla performance Traum, dell’attrice e performer Giorgia Fagotto Fiorentini, accompagnata dalle musiche di Michele Mandrelli. Questa proposta artistica, nata in collaborazione con La MaMa Umbria International, ha seguito la visita guidata alla mostra Infinita infanzia, curata dal direttore dei Musei Civici, Saverio Verini.

Le visite guidate alla Chiesa dei Santi Giovanni e Paolo e al Museo di Scienze e del Territorio hanno registrato un’ottima partecipazione. In particolare, alla Chiesa dei Santi Giovanni e Paolo, i visitatori hanno potuto assistere al concerto del Trio di docenti della Scuola comunale di musica e danza “Alessandro Onofri” dell’Associazione Spoleto Musica, composto da Gabriele Francioli, Sabrina Bacaro e Corinna Ruppert.

La Notte Europea dei Musei a Spoleto ha dimostrato ancora una volta l’importanza dell’arte e della cultura come strumenti di coinvolgimento e valorizzazione del territorio. Un evento di successo che ha saputo unire la bellezza delle opere esposte alla magia della musica, in un’atmosfera unica e suggestiva.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*