Spoleto aiuta famiglie in condizioni di debolezza socio-economica

Spoleto, Liceo Scientifico da giovedì 10 novembre riprende attività didattica

È on line sul sito del Comune di Spoleto alla sezione bandi e Concorsi l’avviso regionale per accedere ai contributi per sostenere l’affitto a favore di nuclei familiari in condizioni di debolezza socio-economica. Sono destinatari dei contributi i nuclei familiari che hanno avuto una diminuzione del reddito complessivo 2013 rispetto al reddito complessivo 2012 uguale o superiore al 40%

La diminuzione del reddito deve essere stata causata esclusivamente da una o più delle seguenti motivazioni: licenziamento, escluso quello per giustificato motivo soggettivo e per dimissioni volontarie; accordi sindacali o aziendali con consistente riduzione dell’orario di lavoro;

cassa integrazione ordinaria o straordinaria; mancato rinnovo di contratti a termine o di lavoro atipici; collocazione in stato di mobilità; cessazione di attività libero professionali o di imprese registrate, derivanti da causa di forza maggiore o da perdita di avviamento in misura consistente; malattia grave, infortunio o invalidità di uno dei componenti il nucleo familiare che abbia comportato o la consistente riduzione del reddito complessivo del nucleo medesimo o la necessità dell’impiego di parte notevole del reddito per fronteggiare rilevanti spese mediche o assistenziali; decesso o trasferimento per separazione legale del componente il nucleo familiare unico percettore di reddito.

I requisiti soggettivi che il nucleo familiare deve possedere alla data di pubblicazione del bando sono i seguenti: cittadinanza italiana o di un paese che aderisce all’Unione Europea o di Paesi che non aderiscono all’Unione Europea, purchè in regola con le vigenti norme sull’immigrazione; residenza o attività lavorativa nella Regione Umbria da almeno ventiquattro mesi consecutivi; non titolarità della proprietà, della comproprietà, dell’usufrutto, dell’uso o di altro diritto di godimento su di un alloggio o quota parte di esso, ovunque ubicato sul territorio nazionale.

Inoltre il nucleo familiare deve avere un reddito complessivo 2013 (denuncia 2014) non superiore ad € 30.000,00. Gli alloggi da locare devono essere ubicati nella Regione Umbria; devono far parte di un fabbricato costituito da almeno due alloggi; devono essere accatastati al NCEU nelle categorie A/2, A/3, A/4, A/5, A/6; devono avere una superficie utile non superiore a mq 95,00, ovvero a mq 120,00 per i nuclei familiari composto da cinque persone ed oltre.

Il presente bando regionale ha una vigenza di giorni 30 dalla sua emanazione. La domanda, in bollo, deve essere trasmessa per raccomandata con avviso di ricevimento o consegnata a mano presso la Direzione Regionale “Programmazione innovazione e competitività dell’Umbria”, “Servizio Politiche della casa e Riqualificazione Urbana” , P.zza Partigiani, 1 Perugia, entro lunedì 4 maggio 2015.

Per le domande inviate a mezzo raccomandata a.r. farà fede il timbro dell’ufficio postale di accettazione. Per le domande consegnate a mano presso l’Ufficio protocollo della Direzione “Programmazione, innovazione e competitività dell’Umbria”, sede di P.zza Partigiani,1 (PG) (dal lunedì al venerdì dalle 9,00 alle 13,00) farà fede il timbro apposto dall’Ufficio ricevente.

Eventi in Umbria

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Solve : *
17 + 14 =