Arrestato un 19enne, presunte condotte vessatorie nei confronti della famiglia

Ruba un cellulare ad un ATM a Giano dell'Umbria, denunciata

Arrestato un 19enne, presunte condotte vessatorie nei confronti della famiglia

di Lucrezia Fioretti

La Compagnia Carabinieri di Spoleto ha arrestato, lo scorso sabato 18 settembre, un ragazzo 19enne di Spoleto che è accusato di ipotesi di reato di maltrattamenti in famiglia, estorsione e rapina ai danni dei familiari conviventi.

La Stazione di Giano dell’Umbria aveva già posto in essere un’attività investigativa a seguito di una segnalazione che era stata fatta della madre del ragazzo.

La donna ha deciso di segnalare la questione alle Forze dell’Ordine a seguito dei comportamenti del figlio. Continui insulti, richieste persistenti di denaro e minacce, a volte anche con l’uso di coltelli, che il 19enne appena uscito di comunità lo scorso febbraio 2020 rivolgeva alla madre, al padre e al fratello.

LEGGI ANCHE – Al Teatro romano di Spoleto “Imperator. Memorie di Adriano e altri Cesari” di e con Stefano de Majo

L’attività d’indagine della Compagnia Carabinieri, attraverso il coordinamento della Procura della Repubblica di Spoleto, ha portato alla richiesta di applicazione di una misura cautelare in carcere poi emessa dal GIP del Tribunale di Spoleto.

Il ragazzo, dopo le formalità di rito, è stato associato al carcere di Spoleto.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*